Disclaimer

Percorrere itinerari alpini esige una buona condizione, una preparazione seria e conoscenze tecniche nell’ambito dello sport di montagna. Chi percorre un itinerario descritto lo fa sotto la propria responsabilità. Per frequentare in sicurezza la montagna il CAS consiglia una formazione acquisita sotto la guida di esperti. Tutti i contenuti del Portale escursionistico del CAS sono presentati con la massima accuratezza. Il Club Alpino Svizzero CAS e gli autori non possono garantire però in alcun modo sull’attualità, la correttezza e la completezza delle informazioni messe a disposizione. Procedimenti di qualsiasi tipo contro il CAS o gli autori sono esclusi.

Hochmatt 2151 m Archivio degli itinerari

Il massiccio dell’Hochmatt ha solo due vette molto vicine tra di loro: lo Cheval Blanc (2 146 m) e l’Hochmatt (2 051 m), il cui nome testimonia che, nelle immediate vicinanze della cima, si trovano il pascolo più alto e le rovine della capanna che un tempo fu la più in quota del cantone. Il massiccio dell’Hochmatt è un po’ trasandato e offuscato dalla vicinanza dei Gastlosen e del massiccio del Vanil Noir. Tuttavia, l’Hochmatt merita una visita, soprattutto l’itinerario lungo l’Arête du Verdy, che si rivela straordinario. Il massiccio dell’Hochmatt è composto da quattro lati e quattro creste. Ripida e in parte rocciosa, la parete N precipita nella valle della Jogne. Gli altri lati sono erbosi e in parte ricoperti di boschi. Il versante occidentale domina la valle del Riau du Gros Mont, mentre il lato orientale delimita la parte inferiore del Petit Mont.

Capanne nella regione

Feedback