Via ferrata dei Rochers de Naye | Via ferrata | Rochers de Naye | Club Alpino Svizzero CAS

Avviso importante per gli appassionati di sport di montagna

Obbligo di certificato Covid nei rifugi di montagna

A partire dal 13 settembre 2021, un certificato Covid valido dovrà essere presentato in tutti i rifugi custoditi per il pernottamento e il consumo all'interno dello stabile.

Disclaimer

Percorrere itinerari alpini esige una buona condizione, una preparazione seria e conoscenze tecniche nell’ambito dello sport di montagna. Chi percorre un itinerario descritto lo fa sotto la propria responsabilità. Per frequentare in sicurezza la montagna il CAS consiglia una formazione acquisita sotto la guida di esperti. Tutti i contenuti del Portale escursionistico del CAS sono presentati con la massima accuratezza. Il Club Alpino Svizzero CAS e gli autori non possono garantire però in alcun modo sull’attualità, la correttezza e la completezza delle informazioni messe a disposizione. Procedimenti di qualsiasi tipo contro il CAS o gli autori sono esclusi.

Via ferrata dei Rochers de Naye Rochers de Naye 2042 m

  • Difficoltà
    K5-
  • Salita
    1:30 h, 160 m
  • Esperienza di montagna
    1 / 4
  • Forza
    4 / 4
  • Resistenza
    2 / 4
  • Psiche
    3 / 4

«Gratulations, Claude!» È il testo della mail che avevo scritto a Claude Remy a fine ottobre 2009, dopo che ebbe percorso la via ferrata dei Rochers de Naye. Claude Remy è scalatore e storico alpino, e assieme al fratello Yves forma una delle maggiori cordate dei nostri tempi. Dal 1970, i due anno accumulato piú di 1500 prime nelle montagne del mondo, numerose delle quali sono diventate delle classiche dell’arrampicata moderna. Lo sviluppo della ferrata inaugurata nel 2008 sui Rochers de Naye, la montagna di casa sua, Claude Remy lo ha stabilito assieme a Jean-Claude Hefti. Ero entusiasta: «Grande course, superbe itinéraire, la première partie n’étant pas vraiment plus facile que la sortie TD+! Le début, c’est vachement raide, et puis la sortie de la grotte, ce n’est pas nul non plus. Bref, toujours quelques portions où il faut avoir un peu de jus dans les bras, ou une assez bonne technique ferratiste (comme moi …). Le paysage, c’est grandiose, le Léman, Caux, le train à crémaillère, et puis la sortie, soleil enfin, bonheur, marmottes, touristes, manque une belle fille qui t’embrasse parce que tu a fait une des plus belles via ferrata de la Suisse.»

Descrizione dell'itinerario

Accesso
Via ferrata dei Rochers de Naye

Proprio dopo l’attacco una parete alta 50 metri, da verticale a strapiombante (K5–): il biglietto lo si paga subito. Poi, fortunatamente, la ripidità decresce. Un ponte di corda porta in una caverna (Gouffre de Niton, detta anche Grotte à Lemmy) e a una breve pausa spuntino. Il passaggio successivo richiede forza e coraggio (K5–). Poi le cose si fanno piú facili, anche se nella progressione trasversale lungo una cengia erbosa, nell’abbassarsi da questa e nel risalire alla biforcazione la forza delle braccia rimane sollecitata. Ora si esce attraverso un diedro verticale («échappatoire», 40 m) – tra il 1° maggio e il 1° giugno questa uscita è obbligatoria poiché la piú difficile continuazione è chiusa a causa del periodo di riproduzione – oppure si sale obliquamente su una cengia erbosa, poi sopra una placca, si traversa a sinistra su un’altra placca molto esposta fino allo strapiombo (K5+) e infine all’uscita, a circa 1990 metri.

Discesa
Variante attraverso le Grottes de Naye

Informazioni complementari

Carattere

K5+ con la difficilissima salita chiave (strapiombo), K5– enza. Una via ferrata ottimamente assicurata di classe superiore su una delle montagne piú conosciute e panoramiche della Svizzera. La via ferrata lungo i 150 metri di altezza della parete NW dei Rochers de Naye brilla per i passaggi che richiedono tecnica e forza cosí come per gli scenari mozzafiato al di sopra del Lemano. Il momento piú bello è il pomeriggio, quando il sole illumina la roccia calcarea. Dal 1° maggio al 1° giugno il passaggio chiave è chiuso per la concomitanza con il periodo di riproduzione: l’altra uscita à valutata K4. L’attrezzatura può essere noleggiata alla stazione di Glion.

Tempo

Tempo totale: 2 h 15 min.; accesso: 30 min.; via ferrata: 1 h 30 min.; continuazione fino alla vetta: 10 min.; discesa: 5 min.

Segnaletica

Ben marcato, con l’eccezione dell’accesso diretto e non ufficiale dalla fermata La Perche.

Autore

Daniel Anker

Daniel Anker è un autore e fotografo bernese. Lo storico ha redatto all’incirca 40 guide di tour sciistici, escursionistici, alpinistici e ciclistici, così come monografie sulle grandi montagne svizzere.

Il nostro consiglio

Objectif le sommet Fribourg

Berg- und Alpinwandern

Objectif le sommet Fribourg

Prezzo CHF 49,00
Prezzo per i soci CHF 39,00
Klettern Dreams of Switzerland

Klettern

Guida per la selezione

Klettern Dreams of Switzerland

Prezzo CHF 39,00
Prezzo per i soci CHF 32,00
Tourenportal Jahres-Abo

Tourenportal Abonnemente

Tourenportal Jahres-Abo

Prezzo CHF 42,00
En famille vers les cabanes du CAS

Hütten

En famille vers les cabanes du CAS

Prezzo CHF 49,00
Prezzo per i soci CHF 39,00
Randonnées en montagne de cabane en cabane

Hütten

Randonnées en montagne de cabane en cabane

Prezzo CHF 49,00
Prezzo per i soci CHF 39,00
Les alpes, un monde vivant

Ausbildung

Les alpes, un monde vivant

Prezzo CHF 59,00
Prezzo per i soci CHF 49,00
Die Klettersteige der Schweiz

Klettern

Die Klettersteige der Schweiz

Prezzo CHF 34,90
Prezzo per i soci CHF 29,00
SAC-Taschenmesser

Ausrüstung

SAC-Taschenmesser

Prezzo CHF 42,00
Prezzo per i soci CHF 38,00
Feedback