Sicuri sulla via ferrata 10 raccomandazioni

Percorrere una via ferrata offre splendide opportunità di esperienze nella natura, condivisione, responsabilità e fitness. Le raccomandazioni che seguono ti aiutano ad affrontare in modo efficace i possibili pericoli che si possono incontrare nelle vie ferrate.

I 10 punti si basano sulle raccomandazioni del CAA e sono state completati per te dagli esperti del CAS per la formazione e la sicurezza. Essi non sostituiscono tuttavia in alcun modo i corsi di formazione che ti trasmettono le basi essenziali e ti permettono di acquisire e ampliare conoscenze, tecniche e tattiche della via ferrata assieme a persone debitamente formate.

10 raccomandazioni

1. Salute e forma fisica

Percorrere una via ferrata in montagna richiede resistenza e, soprattutto, forza. I carichi intensi per il cuore e l’apparato circolatorio, cosí come per muscoli e articolazioni, presuppongono buona salute e una valutazione realistica di sé. Evita la pressione del tempo e adotta un ritmo che non risulti eccessivo per nessuno. Attenzione: le difficoltà eccessive sminuiscono l’esperienza e possono portare a situazioni pericolose.

2. Pianificazione accurata

La pianificazione è la chiave di gite in via ferrata sicure e piacevoli. Al pari delle altre discipline della montagna, le vie ferrate sono valutate con una scala delle difficoltà. Informati nelle guide e in internet su difficoltà e lunghezza, tempi di accesso e di discesa. Una particolare attenzione va prestata ai bollettini meteo, poiché temporali, vento e freddo accrescono considerevolmente il rischio di incidente o di rimanere bloccati. Informati sui numeri nazionali del soccorso in montagna (REGA: 1414, chiamata di emergenza europea: 112).

3. Attrezzatura completa e conforme alle normative

Imbragatura, set da via ferrata, casco e buone calzature: solo l’uso coerente e corretto dell’attrezzatura consente la percorrenza sicura delle vie ferrate. Usa solo set da via ferrata conformi alle norme e lasciati consigliare. Porta con te la protezione solare e, eventualmente, guanti in cuoio speciali. Per le emergenze, set di pronto soccorso e telefono cellulare.

4. Controllo tra partner prima di ogni attacco

Non trascurare mai i controlli reciproci con occhi e mani. Controlla la disposizione corretta del set da via ferrata, l’imbragatura con le sue chiusure e il corretto posizionamento del casco.

5. Verifica critica di cavi e ancoraggi

Frane, pressione della neve, azione del freddo e corrosione possono causare danni agli impianti della via. Non avviarsi in vie ferrate chiuse.

6. Vie ferrate e bambini

Informati con esattezza circa l’andamento e la lunghezza della via ferrata. Spesso, ai fini della sua percorrenza sono richieste o raccomandate delle stature minime. I bambini hanno un raggio d’azione corporeo considerevolmente inferiore e, quando appoggi e prese presentano distanze importanti, risultano perciò rapidamente sovrasollecitati. Nei tratti esposti in vie ferrate ripide è consigliabile assicurare il bambino (portare con sé 20 m di corda. Attenzione: il dietro front in una via ferrata è difficile, se non addirittura impossibile.

7. Rinunciare in caso di temporale; attenzione ai franamenti

Un fulmine significa pericolo di morte! Pioggia, bagnato e freddo aumentano il rischio di cadute. E le frane sono possibili anche nelle vie ferrate. Salire in modo cauto previene il rischio di caduta di pietre.

8. Osservare una distanza sufficiente

Un importante principio nelle vie ferrate è che tra due punti fissi può transitare un’unica persona.

9. Intenzioni chiare nei sorpassi

Comunicazione e rispetto impediscono situazioni pericolose nelle manovre di sorpasso o di incrocio. Per quanto possibile, eseguire un sorpasso solo in punti adeguati e previo accordo.

10. Rispetto per la natura

La montagna offre un prezioso spazio libero per muoversi in una natura unica. Goditi questa libertà e rispetta la natura sensibile della montagna! Osserva i divieti di accesso, non lasciarti dietro rifiuti e comportati con gli altri in modo rispettoso ed esemplare. Viaggia con i mezzi pubblici o le comunità di trasporto.

Feedback