360 chilometri per 15 tiri

Robert Jasper ha compiuto un viaggio nell’estremo nord assieme a Stefan Glowacz e al fotografo Klaus Fengler. Nel fiordo di Sam, nella canadese Baffin Island, hanno eseguito assieme la prima di un big wall con difficoltà dell’ordine del nono grado inferiore.

L’aspetto straordinario della spedizione è che il viaggio di andata e ritorno è stato compiuto «by fair means», con slitte in carbonio attraverso il fiordo di Edlington e l’Ayer Pass. Concretamente: per 15 tiri di arrampicata hanno percorso 360 chilometri a piedi. Sono partiti il 31 maggio. L’andata ha richiesto nove giorni, il ritorno circa 13. Per la spedizione, Glowacz aveva realizzato assieme a un’azienda specializzata una slitta multifunzionale. Pesante solo 12 chili, il veicolo non solo scivolava sulla neve ma, munito di speciali ruote in lega leggera, poteva anche essere convertito in carretto, mentre grazie a dei galleggianti laterali la slitta diventava una zattera. Trasportare da sé cibo e materiale per un intero mese in una regione tanto discosta: prima di loro non ci era mai riuscito nessuno.

Feedback