Ancora maggiori i danni del bostrico

Come riferisce il WSL, lo scorso anno poco meno di 800 000 metri cubi di abeti rossi sono caduti vittima del bostrico (Ips typographus). Con le stime inerenti alla stagione invernale 2020/2021, il totale dei raccolti forzati per l’anno 2020 dovrebbe aggirarsi attorno a 1,5 milioni di metri cubi: il valore più elevato dopo il primato del 2003. Il caldo e la siccità della primavera, così come il legno tarlato non abbattuto l’anno precedente, hanno fornito eccellenti condizioni per lo sviluppo del bostrico. Nei cantoni dei Grigioni e dell’Appenzello Esterno, le quantità di legno tarlato erano più del doppio rispetto all’anno precedente.

Feedback