Battesimo di Pic Romand Scienza e storia

Fortuna e sfortuna il 22 maggio 1870, quando 28 membri delle sezioni CAS Diablerets, Genevoise e Monte Rosa scalarono una vetta «jusqu’alors réputé inaccessible» e la battezzarono Pic Romand. Quel nome apparentemente opportuno non doveva avere alcun seguito: dal 1894, il punto più alto delle Prealpi vodesi si chiama ormai Le Tarent (2548 m).

400 metri più a est e 8 metri più in basso c’è una cima dal destino analogo. Quando gli altri 42 clubisti di quella «Course de printemps des sections romandes dans la Vallée des Ormonts» la raggiunsero, la chiamarono La Tornettaz. Altre varianti sono La Tornette, La Para e, dal 2006, La Pare.

Come leggiamo in L’Echo des Alpes (il periodico fu dal gennaio 1870 il portavoce di tutte le sezioni romande), sulla Tornettaz René Guisan si rallegrò del pesante zaino di un compagno, immaginando le vivande e le bottiglie di vino che doveva contenere. A uscirne fu però un apparecchio fotografico: «Un appareil à photographier. Tableau!»

Feedback