Care e cari soci del club

«Da diversi anni ormai, l’Alpine Club inglese si era fatto notare grazie ad audaci escursioni in montagna e interessanti pubblicazioni, e da poco ci era giunta la notizia della costituzione di un’associazione alpina austriaca, che il desiderio di molti, sino ad allora celato, di fondare un simile sodalizio anche in Svizzera trovava la sua realizzazione.» Così leggiamo nella prima frase dell’annuario del CAS del 1864.

Il 19 aprile 1863, 35 soci che da nove cantoni avevano raggiunto il buffet della stazione di Olten fondavano lo «Schweizer Alpenclub». Oggi, dopo 150 anni, il Club Alpino Svizzero CAS conta 140 000 soci in 113 sezioni. Quale evoluzione, quale storia e quale opportunità di guardarsi indietro, di festeggiare e di guardare avanti! È quanto intendiamo fare nel nuovo anno! Il giubileo ha come motto «Ben più che alpinismo» e come obiettivi il rafforzamento delle relazioni con i soci e i partner e una maggiore notorietà del CAS, con i suoi ideali e le sue attività, presso il vasto pubblico.

Chi verrà in contatto con il giubileo non dovrà apprendere solo i momenti storici salienti, ma conoscere anche le visioni e i progetti per il futuro. Al centro delle attività stanno senza dubbio gli oltre 150 eventi giubilari delle sezioni, testimonianze della varietà del club ed espressione dello spirito del CAS. Già ora, un grandissimo «grazie!» a organizzatori e sostenitori. Frequentate queste manifestazioni e mostrate così il vostro legame con il nostro club. Imperativa sarà senz’altro una visita all’esposizione «Helvetia Club», ospitata dal Museo alpino svizzero dal 20 aprile 2013 al 30 marzo 2014.

Il CAS intende proporre un anno giubilare moderno, sorprendente e impressionante. Sono certo che ci riusciremo. Me ne rallegro enormemente e auguro a voi tutti molti momenti appassionanti e gioiosi in questo anno di celebrazioni. E, innanzitutto, ogni bene per il nuovo anno.

Feedback