Come gli airbag da valanga ci influenzano La propensione al rischio con airbag da valanga

Per saperne di più

Molto movimento al Piet Escursione con le racchette nello Hoch-Ybrig

Per saperne di più

Edizione molto recente 2020/02

Novità per rubriche

Corteggiamento flessibile dei fagiani di monte

Nel 1969, degli studiosi dell’Università di Berna hanno iniziato una conta dei fagiani di monte sull’Aletschgletscher, continuandola fino al loro pensionamento. Questa costanza ha portato a nuove conoscenze: nella scelta dei loro luoghi di corteggiamento, i volatili sono molto più flessibili di quanto supposto sino ad ora. Entro il 2015, la relativa zona nel versante nord della Moosfluh si è spostata di 120 metri verso l’alto e di circa 250 metri in orizzontale. Stando ai ricercatori, la ragione principale è che nella zona originale il bosco è diventato più fitto, mentre gli uccelli lo prediligono aperto e controllabile. Perciò si sono trasferiti in una zona di arbusti situata più in alto. Un’eventuale corresponsabilità del cambiamento climatico non è per ora dimostrata. È tuttavia la ragione per la quale i fagiani di monte del luogo non vengono più censiti dal 2015 in parti del versante nord della Moosfluh. Il pendio è infatti scivolato per la mancanza di sostegno da parte del ghiacciaio e non è più accessibile.

fonte: Der Ornithologische Beobachter, Band 113, Heft 1, März 2016

Corteggiamento flessibile dei fagiani di monte

Nel 1969, degli studiosi dell’Università di Berna hanno iniziato una conta dei fagiani di monte sull’Aletschgletscher, continuandola fino al loro pensionamento. Questa costanza ha portato a nuove conoscenze: nella scelta dei loro luoghi di corteggiamento, i volatili sono molto più flessibili di quanto supposto sino ad ora. Entro il 2015, la relativa zona nel versante nord della Moosfluh si è spostata di 120 metri verso l’alto e di circa 250 metri in orizzontale. Stando ai ricercatori, la ragione principale è che nella zona originale il bosco è diventato più fitto, mentre gli uccelli lo prediligono aperto e controllabile. Perciò si sono trasferiti in una zona di arbusti situata più in alto. Un’eventuale corresponsabilità del cambiamento climatico non è per ora dimostrata. È tuttavia la ragione per la quale i fagiani di monte del luogo non vengono più censiti dal 2015 in parti del versante nord della Moosfluh. Il pendio è infatti scivolato per la mancanza di sostegno da parte del ghiacciaio e non è più accessibile.

fonte: Der Ornithologische Beobachter, Band 113, Heft 1, März 2016

Corteggiamento flessibile dei fagiani di monte

Nel 1969, degli studiosi dell’Università di Berna hanno iniziato una conta dei fagiani di monte sull’Aletschgletscher, continuandola fino al loro pensionamento. Questa costanza ha portato a nuove conoscenze: nella scelta dei loro luoghi di corteggiamento, i volatili sono molto più flessibili di quanto supposto sino ad ora. Entro il 2015, la relativa zona nel versante nord della Moosfluh si è spostata di 120 metri verso l’alto e di circa 250 metri in orizzontale. Stando ai ricercatori, la ragione principale è che nella zona originale il bosco è diventato più fitto, mentre gli uccelli lo prediligono aperto e controllabile. Perciò si sono trasferiti in una zona di arbusti situata più in alto. Un’eventuale corresponsabilità del cambiamento climatico non è per ora dimostrata. È tuttavia la ragione per la quale i fagiani di monte del luogo non vengono più censiti dal 2015 in parti del versante nord della Moosfluh. Il pendio è infatti scivolato per la mancanza di sostegno da parte del ghiacciaio e non è più accessibile.

fonte: Der Ornithologische Beobachter, Band 113, Heft 1, März 2016

Corteggiamento flessibile dei fagiani di monte

Nel 1969, degli studiosi dell’Università di Berna hanno iniziato una conta dei fagiani di monte sull’Aletschgletscher, continuandola fino al loro pensionamento. Questa costanza ha portato a nuove conoscenze: nella scelta dei loro luoghi di corteggiamento, i volatili sono molto più flessibili di quanto supposto sino ad ora. Entro il 2015, la relativa zona nel versante nord della Moosfluh si è spostata di 120 metri verso l’alto e di circa 250 metri in orizzontale. Stando ai ricercatori, la ragione principale è che nella zona originale il bosco è diventato più fitto, mentre gli uccelli lo prediligono aperto e controllabile. Perciò si sono trasferiti in una zona di arbusti situata più in alto. Un’eventuale corresponsabilità del cambiamento climatico non è per ora dimostrata. È tuttavia la ragione per la quale i fagiani di monte del luogo non vengono più censiti dal 2015 in parti del versante nord della Moosfluh. Il pendio è infatti scivolato per la mancanza di sostegno da parte del ghiacciaio e non è più accessibile.

fonte: Der Ornithologische Beobachter, Band 113, Heft 1, März 2016

Corteggiamento flessibile dei fagiani di monte

Nel 1969, degli studiosi dell’Università di Berna hanno iniziato una conta dei fagiani di monte sull’Aletschgletscher, continuandola fino al loro pensionamento. Questa costanza ha portato a nuove conoscenze: nella scelta dei loro luoghi di corteggiamento, i volatili sono molto più flessibili di quanto supposto sino ad ora. Entro il 2015, la relativa zona nel versante nord della Moosfluh si è spostata di 120 metri verso l’alto e di circa 250 metri in orizzontale. Stando ai ricercatori, la ragione principale è che nella zona originale il bosco è diventato più fitto, mentre gli uccelli lo prediligono aperto e controllabile. Perciò si sono trasferiti in una zona di arbusti situata più in alto. Un’eventuale corresponsabilità del cambiamento climatico non è per ora dimostrata. È tuttavia la ragione per la quale i fagiani di monte del luogo non vengono più censiti dal 2015 in parti del versante nord della Moosfluh. Il pendio è infatti scivolato per la mancanza di sostegno da parte del ghiacciaio e non è più accessibile.

fonte: Der Ornithologische Beobachter, Band 113, Heft 1, März 2016

Corteggiamento flessibile dei fagiani di monte

Nel 1969, degli studiosi dell’Università di Berna hanno iniziato una conta dei fagiani di monte sull’Aletschgletscher, continuandola fino al loro pensionamento. Questa costanza ha portato a nuove conoscenze: nella scelta dei loro luoghi di corteggiamento, i volatili sono molto più flessibili di quanto supposto sino ad ora. Entro il 2015, la relativa zona nel versante nord della Moosfluh si è spostata di 120 metri verso l’alto e di circa 250 metri in orizzontale. Stando ai ricercatori, la ragione principale è che nella zona originale il bosco è diventato più fitto, mentre gli uccelli lo prediligono aperto e controllabile. Perciò si sono trasferiti in una zona di arbusti situata più in alto. Un’eventuale corresponsabilità del cambiamento climatico non è per ora dimostrata. È tuttavia la ragione per la quale i fagiani di monte del luogo non vengono più censiti dal 2015 in parti del versante nord della Moosfluh. Il pendio è infatti scivolato per la mancanza di sostegno da parte del ghiacciaio e non è più accessibile.

fonte: Der Ornithologische Beobachter, Band 113, Heft 1, März 2016

La montagne di Caio Cartoon

La redazione raccommanda

Una cresta dal sapore himalayano
Una cresta dal sapore himalayano

Una cresta dal sapore himalayano

La cresta che collega la Capanna Resegotti alla Punta Gnifetti, nel massiccio del Monte Rosa, offre un superbo itinerario misto – per non parlare di grande ampiezza e vedute a volontà sulla gigantesca parete di Macugnaga.
Leggere l`articolo
Meteosciamani 2.0
Meteosciamani 2.0

Meteosciamani 2.0

Una previsione meteorologica affidabile è fondamentale per la riuscita delle gite in montagna, e grazie a smartphone e app, oggi il bollettino meteo è sempre disponibile. Le app meteorologiche degli offerenti più diversi sono molte e con prezzi pure diversi. Ma quale dà le migliori previsioni?
Leggere l`articolo
La luce più bella
La luce più bella

La luce più bella

Nei lunghi avvicinamenti prima dell’alba, nelle gite con gli sci del fine settimana o per studiare la carta al riparo della tenda sono imprescindibili: le lampade frontali. Outdoor Content Hub ha sottoposto a illuminazione intensiva dieci di loro in laboratorio e sul campo.
Leggere l`articolo

Sapere di più

FAQ
FAQ

FAQ

Ulteriori informazioni
Feedback