Dipendenze da tool

Ce ne sono sempre di piú e sono anche sempre migliori. I tool digitali hanno raggiunto lo sport della montagna ormai da tempo e facilitano enormemente la raccolta di informazioni e la pianificazione degli itinerari. Proprio quest’ultimo aspetto è – e qui concordo pienamente con Stephan Harvey, dell’Istituto per lo studio della neve e delle valanghe SLF, che ci presenta le novità della piattaforma White Risk (pag. 14) – l’alfa e l’omega di ogni attività sportiva nella neve e in montagna.

Nel Portale escursionistico del CAS – gratuito per i soci – puoi trovare ispirazione per le tue escursioni, e le allerte di situazione ti forniscono indicazioni preziose. Skitourenguru.ch ti aiuta con valutazioni aggiornate del rischio di valanghe e la piattaforma mostra i tratti dell’itinerario dove tale pericolo è maggiore. In White Risk.ch trovi il bollettino delle valanghe e informazioni sul manto nevoso. Inoltre, l’itinerario può essere programmato e tracciato nelle carte digitali. Le previsioni meteo possono essere consultate grazie a diverse app, per esempio quella di MeteoSvizzera. Gipfelbuch.ch, Camptocamp.org o MountaiNow.net propongono alle sportive e agli sportivi della montagna valutazioni sulle loro escursioni, spesso accompagnate da foto aggiornate. Queste informazioni sono senz’altro utili, ma possono anche essere messe in discussione.

Durante la gita, White Risk si rivela pratica. Oltre alle carte offline e la posizione GPS è possibile attivare anche i layer tematici per le valanghe, nei quali è per esempio possibile visualizzare la zona di ramificazione di una valanga. In alternativa si possono anche usare le carte offline di SvizzeraMobile o swisstopo. E se poi, nonostante la migliore pianificazione, qualcosa dovesse accadere, verrà utile l’app già installata della Rega. Prova le diverse app! C’è molto da scoprire – e danno persino una certa dipendenza.

Feedback