Divisi sul creux du van

La protezione del sito del Creux du Van, luogo popolare del turismo neocastellano, suscita dibattiti. Con un intento che merita la qualifica di lodevole, le autorità la vogliono in effetti rafforzare, ma l’attuazione di queste misure incontra una forte resistenza. Le opposizioni presentate sono ben 436, 400 delle quali provenienti da ­ambienti vicini al CAS. In causa vi sono il divieto totale della falesia ai – rari – ­arrampicatori e la restrizione drastica della pratica dell’escursionismo invernale. Per contro, nessuna strada verrebbe chiusa al fine di limitare l’afflusso dei 100 000 visitatori annuali. Una contraddizione che non conviene al CAS. La decisione delle autorità è prevista il prossimo autunno.

Feedback