Edizione speciale : «Le Alpi» in veste di giornale (08/2013)

Complimenti per il formato di questo giornale! È realizzato in modo molto informativo. Per quanto mi riguarda, può rimanere così. Ed è senz’altro anche un po’ meno caro della rivista patinata. Hans Dummermuth, Ittigen

Un istante di sollievo! Quanto mi ha rallegrato la discreta presentazione del numero speciale di agosto delle «Alpi»! I realizzatori della rivista pubblicitaria patinata sembrano aver percepito i miei desideri più intimi ed essersi infine staccati da quella viscida celebrazione della natura tesa solo a far crescere le vendite dei negozi di articoli sportivi. Confido in una lunga – o meglio: durevole continuazione. Christoph Helbling, Berna

Sincere congratulazioni per il numero speciale di «Le Alpi»! Mi è talmente piaciuto che propongo di manternerlo nella veste di giornale. E questo per diversi motivi: il layout è estremamente gradevole da leggere, il giornale è comprensibile. Inoltre si distingue in maniera sana dalle riviste patinate e, per quanto ne so, sarebbe anche più rispettoso dell’ambiente e quindi più aderente ai principi del nostro club. E aggiungiamo che la sua produzione sarebbe anche meno costosa. Spero che altri soci condividano la mia opinione. Markus Wüthrich, Niederscherli

Desidero congratularmi di cuore con voi per questo numero speciale. Finalmente un’edizione dal contenuto molto maggiore di quanto non lasci apparire. Non si potrebbe pensare a mantenere questa veste per tutte le altre edizioni delle «Alpi»? Sepp Ruggli, Teufen/AR 

Nota della redazione

Le numerose reazioni positive al numero speciale di agosto ci hanno fatto immenso piacere: grazie mille! Alcuni se ne augurano la continuazione, poiché sarebbe meno costoso e più ecologico, questo il tenore. Purtroppo, non è proprio così. La carta e la stampa erano sicuramente meno care. Ma alla sua produzione in un solo mese, i tre membri della redazione hanno dedicato un terzo di ore in più, e anche l’impegno di traduttori e correttori è stato superiore di circa la metà. In generale, la produzione di un simile giornale comporterebbe costi per il personale molto più elevati, con il che il giornale avrebbe un costo analogo a quello attuale di «Le Alpi». E in relazione al rispetto dell’ambiente: riceviamo costantemente delle reazioni concernenti l’ecologia del priodico. Per questo motivo, in una delle edizioni invernali di inizio 2014 intendiamo spiegare chiaramente la composizione della rivista e l’impronta ecologica da essa generata. 

Feedback