Un Freerider a sostegno dello Swiss Team

Ex elemento di punta del Freeride World Tour, Richard Amacker ha aiutato le leve dello scialpinismo elvetico a meglio affrontare le discese.

Il 24 e 25 ottobre scorsi, sul ghiacciaio di Saas-Fee/VS, Richard Amacker, 31enne di Nendaz, ex geniaccio del Freeride World Tour, professore di sci e membro del Demo Team di Swiss Snowsports, ha aiutato gli atleti dello Swiss Team del CAS a migliorare le tecniche di discesa. Promotore dell’iniziativa è l’allenatore Malik Fatnassi, per il quale questo li dovrebbe aiutare a guadagnare secondi preziosi in gara. «Abbiamo lavorato sui dettagli in pista con del materiale da sci alpino», ha spiegato Richard Amacker, che ha partecipato al circuito FIS da 14 a 19 anni. «Lo scialpinista deve affrontare il minor numero possibile di curve, e le deve gestire nel modo più rapido e fluido possibile, così da scaricare i muscoli fin quando può.» A tale scopo, gli atleti dello Swiss Team hanno rivisto numerosi dettagli, quali la posizione di base, spesso un po’ troppo arretrata. Secondo Richard Amacker, che pure ha seguito questa strada quando era freerider, la padronanza di questi aspetti con gli sci standard getta delle basi che potranno essere successivamente sfruttate efficacemente con il consueto materiale da scialpinismo.

Feedback