Estetica e colori chiassosi

Nel numero 07/2012 è pubblicata la lettera di un lettore con il titolo «Colori chiassosi». L’autore critica soprattutto la mania dell’alta definizione ed è disturbato dalla tecnica digitale e dalla carta patinata.

Ovviamente, questa tecnica toglie alle immagini un po’ della fantastica atmo-sfera che regna nella natura. D’altro canto, le immagini guadagnano in profondità e chiarezza. A essere fondamentale non è tuttavia solo la tecnica usata per la riproduzione delle fotografie, bensì la tematica trattata e la scelta dei soggetti con i quali l’articolo illustrato viene completato. E in questo senso, le collaboratrici e i collaboratori di «Le Alpi» hanno la mano felice: con loro ci si può solo congratulare.

Da quando appare nella sua nuova ve-ste, la rivista ha guadagnato enormemente in qualità e immediatezza rispetto alle scelte tematiche. E un altro aspetto positivo è che la redazione informa maggiormente anche sulle realtà della montagna in altri Paesi.

Personalmente, sono solo felice quando ricevo il nuovo numero. E neppure le inserzioni riescono a disturbarmi: ormai sono parte del nostro mondo.

Feedback