Face aux 4000 Les 48 plus hauts sommets de Suisse peints sur place à l’aquarelle

Come indica il titolo di questo volume bello e imponente, il pittore Laurent Willenegger è rimasto per lunghe ore di fronte a quei famosi 4000 che fanno sognare gli amanti della montagna in generale e gli alpinisti in particolare. Pennelli alla mano e, talvolta, ramponi ai piedi. Sì, perché il 45enne vodese si è scelto di volta in volta il punto di osservazione migliore per ritrarli amorevolmente, e raggiungerli e rimanervi il tempo necessario si è talvolta rivelato una piccola epopea a sé stante. L’artista, il cui padre è stato custode della Cabane Arpitettaz CAS, sul Weisshorn, è fedele alla topografia dei luoghi, che arricchisce con i suoi colori e la riveste della visione che ne ha. Si (ri)scoprono così con piacere le 48 vette più alte della Svizzera, nelle quali ci si immerge in uno stato a tratti ipnotico. Rapiti quasi come davanti a certi nudi artistici che svelano e suggeriscono man mano, suscitando nel contempo il desiderio. Posati sulla carta dall’artista, quei rilievi chiedono di essere accarezzati dal nostro sguardo. Gli acquerelli danno voglia di andarli a riscoprire con gli sci ai piedi o la piccozza in mano. Quanto al grafismo affilato e ai testi ispirati, redatti in tre lingue (francese, tedesco e inglese), riescono a fare di quest’opera un successo capace di sedurre ogni amante della montagna.

Autore

Laurent Willenegger e Thierry Basset

Origine

Wildsideproduction.ch, 2020, fr. 99.-

Feedback