Il Mérite alpin a Ueli Steck

Il Gran Premio del 43° Festival internazionale del film alpino (FIFAD) di Les Diablerets è stato assegnato in agosto alla pellicola «Devenir un homme – Himalaya face aux abeilles géantes» del francese Jérôme Ségure. Il documentario, che ripercorre i primi passi di un giovane nepalese alla ricerca di miele sulle vertiginose pareti himalayane, ha pure ottenuto il premio del pubblico.

Partner del FIFAD, in quell’occasione il CAS ha assegnato due Diable d’Or: il primo è andato al documentario «Apö Karim», del francese Laurent Chevallier, che narra il destino di un contadino del Pakistan settentrionale diventato uno sherpa famoso, e il secondo a «Terra X – Expedition ins ewige Eis», di Gabriele Wengler. Questo film rende omaggio all’esploratore tedesco Alfred Wegener e alla sua squadra, che nel 1930 condussero una difficile spedizione scientifica in Groenlandia ponendo le basi della ricerca sul clima.

Il Mérite alpin 2012 è stato assegnato a Ueli Steck, terzo alpinista svizzero ad aver conquistato l’Everest senza ossigeno dopo Erhard Loretan e Jean Troillet. Quest’anno, lo specialista dell’arrampicata ultrarapida era presente a Les Diablerets come relatore per una conferenza.

L’affluenza di quest’anno è stata all’altezza di quella record del 2011. Alle proiezioni, discussioni e conferenze proposte presso il Centre des Congrès della località vodese hanno assistito quasi 10 000 spettatori. Stando a un comunicato degli organizzatori del festival, le sedute pomeridiane dedicate al tema «Gli uomini al servizio della montagna» hanno riscosso un notevole successo nonostante il bel tempo. La prossima edizione si terrà dal 10 al 17 agosto 2013 e avrà come ospite d’onore il Club Alpino Svizzero, che il prossimo anno festeggerà i suoi 150 anni.

Informazioni e classifiche complete all’indirizzo www.fifad.ch

Feedback