Inglese inviso nel francese

A proposito della pubblicazione della nuova guida di arrampicata Dreams of Switzerland presso le Edizioni CAS.

Senza pregiudizio alcuno quanto ai contenuti di questa guida, mi stupisco e mi irrito a causa di questo titolo in inglese che trovo semplicemente inviso.

La colonizzazione del francese da parte di termini presi a prestito non dalla lingua di Shakespeare, bensì da una «modernità» di impronta americana mi spinge a reagire ogni volta che incontro questo genere di cose, cioè troppo spesso. È necessario difendere il francese rifiutando sistematicamente il ricorso all’inglese quando è possibile usare – o eventualmente creare – delle parole francesi. Perché ostinarsi a usare il termine «e-mail» quando esiste il bel neologismo francese «courriel»? Spero che, d’ora in poi, la Commissione delle pubblicazioni terrà gli occhi aperti ed eviterà questo genere di cantonate.

Feedback