La Charta dell’Adula è definitiva | Club Alpino Svizzero CAS

La Charta dell’Adula è definitiva

Il 27 novembre, 14 comuni grigionesi e tre ticinesi decideranno se i loro territori dovranno o no ospitare un parco nazionale. La votazione verte sulla cosiddetta «Charta», che stabilisce le regole che vigeranno nel parco. Le differenze rispetto alla versione della consultazione non sono rilevanti. Purtroppo ci si è attenuti all’obbligo di itinerari e sentieri e alla rete degli itinerari autorizzati nella zona centrale. Con questo, le richieste più importanti del CAS e dell’ASGM sono rimaste disattese. Nell’ambito della consultazione, le due associazioni si erano espresse criticamente, soprattutto sul taglio di quasi il 50% dei chilometri di sentieri estivi descritti nelle guide del CAS. Uno sguardo ai parchi nazionali di altri paesi mostra l’inutilità di questo approccio (“Le Alpi” 11/2015). Anche tutte le sezioni CAS locali e proprietarie di capanne avevano presentato richieste di itinerari. La valutazione degli interessi spetta ora ai cittadini dei comuni. La Charta online: www.parcadula.ch.

Feedback