La Coppa svizzera allo sprint

Nel 2014 la più giovane disciplina dello scialpinismo agonistico farà il suo ingresso nella Coppa svizzera.

Le competizioni di sprint si disputano da circa due anni. Lo sprint ha esordito come disciplina mondiale nel 2011, in occasione del Campionato del mondo di Claut. Le prime corse in Svizzera si sono disputate nel gennaio 2013 a Lenzerheide. Nel gennaio 2014, di nuovo per la prima volta, diventeranno gare di Coppa svizzera.

 

Piacevole per gli spettatori

Diversamente dalle gare individuali classiche, le corse sprint si disputano non lontano, ma proprio su piste preparate allo scopo. Per gli spettatori risultano particolarmente attraenti, poiché permettono loro di seguire la competizione dalla partenza all’arrivo. Per i concorrenti, si tratta di compiere una salita, un tratto portato (sci sullo zaino) e una discesa, che comporta in generale uno slalom gigante. I corridori partono individualmente. In più eliminatorie i migliori si qualificano per i quarti di finale, le semifinali e la finale. I sei più veloci disputeranno in fine il confronto finale. Tra la fine delle qualifiche e l’inizio della finale intercorre una pausa (circa 60 minuti).

 

Quattro minuti al massimo

Occorrono abilità e velocità. Uno sprint non comporta più di 100 metri di dislivello e dura al massimo quattro minuti. In questa disciplina è essenziale la padronanza della tecnica. Un pasticcio durante un cambio di pelli è già costato la vittoria a più di un favorito!

Le altre discipline

Verticale: Le corse in verticale comportano unicamente una salita con un dislivello medio di 700 m, senza discesa. Si svolgono generalmente su piste preparate. Spesso si disputano in notturna, seguite da una fondue in compagnia

 

Gare individuali: Qui è richiesta la resistenza, poiché il percorso porta lungo più discese e salite, con dislivelli fino a 1900 metri. Le corse individuali comportano il cambio delle pelli e tratti con trasporto degli sci. Spesso è previsto anche il montaggio dei ramponi. Si svolgono fuori pista.

 

Gare a squadre: Analoghe alle corse individuali, ma solitamente più lunghe come percorso e come durata.

 

Gare a staffetta: I quattro corridori (solo tre per donne e giovani) della staffetta percorrono in successione un breve percorso con salita, discesa e cambio delle pelli. La gara dura appena dieci minuti per corridore. Il dislivello da superare è di 100- 150 metri.

Feedback