«Le Alpi» traviate

L’immagine di copertina del numero 8/2012 mostra uno scalatore estremo su un container arrugginito. Con un titolo come «Arrampicata sportiva», una copertina così la potrei anche accettare. Ma arrampicare su un altoforno ossidato nel nord della Germania non ha davvero nulla in comune con il nostro alpinismo. Non dubito del valore fotografico e artistico dello scatto – ma, per favore, non come «insegna» per il mondo delle nostre montagne. L’intenzione era provocatoria? Per chi, e a quale scopo? Abbiamo ancora molte regioni di montagna bellissime e sconosciute senza andare a pescare nel bacino carbonifero tedesco. Sono convinto che numerosi frequentatori normali della montagna, giovani e anziani, escursionisti e scalatori, abbiano apprezzato ben poco un simile passo falso. Amo la montagna con la sua gente, i suoi animali e la sua flora, in patria e all’estero. L’arrampicata sportiva, assieme ai suoi campionati, costituisce un tema diverso, e può solo essere marginale in «Le Alpi»!

Feedback