«Le montagne come ­protezione dai nemici»

Nell’Azerbaigian l’alpinismo non è un passatempo esotico, ed è sempre più apprezzato. Israfil Ashurli, presidente dell’Associazione alpinistica azera, sulle difficoltà connesse all’acquisto di materiale, agli ostacoli giuridici e a ghiacciai, foreste e pareti del suo paese.

Quale importanza riveste l’alpinismo nel suo paese?

Dal punto di vista storico, in Azerbaigian le montagne rivestono un ruolo importante. Servivano alla popolazione per proteggersi dai nemici. L’alpinismo si è evoluto all’inizio del XX secolo. Oggi, a confronto con l’Europa, il paese conta sì meno sportivi della montagna, ma queste discipline sono sempre più apprezzate dai giovani. Nell’ultimo anno, il numero dei nostri soci è raddoppiato!

Cosa amano di più i vostri soci?

Da circa quattro anni, l’Azerbaigian conta due grandi stazioni sciistiche. Per questo, un’ampia fetta della popolazione pratica lo sci o compie escursioni.

Quali sono i siti migliori?

L’Azerbaigian vanta una natura enormemente variegata. Dalle montagne più alte a ghiacciai antichissimi, a profonde gole e fitte foreste, offre ogni possibilità di escursione. Gli arrampicatori frequentano volentieri le montagne del Caucaso, nel nord del paese, dove si incontra anche la vetta più alta dell’Azerbaigian, il Bazardüzü.

Quale è il vostro picnic tipico?

Ci piace il picnic. Ciò che si mangia, dipende ampiamente dalla regione.

In quanto associazione, dove incontrate le difficoltà maggiori?

Il nostro problema è l’accesso ai parchi nazionali e quindi ai siti di arrampicata. Le procedure sono molto complicate, e spesso non si ottiene l’autorizzazione. Perciò siamo costretti a tenere i nostri campi di allenamento nei paesi vicini, come l’Iran, la Georgia, la Turchia e la Russia. Questo non contribuisce ovviamente al promovimento dell’alpinismo…

Azerbaycan Alpinizm Federasiyası

Anno di fondazione: 1963

Numero di soci: oltre 250

Quota sociale: 50 franchi

1 litro di latte: 1 franco

50 metri di corda semplice: nella capitale,

Baku, non vi sono negozi per l’outdoor. Il materiale viene acquistato all’estero.

Feedback