«Le vette dell’aletsch d’inverno. Splendide!» | Club Alpino Svizzero CAS

«Le vette dell’aletsch d’inverno. Splendide!»

Scienza e storia

«Lo stile di Morgenthal è grin­toso come le sue escursioni.» È valido ancora oggi il giudizio di Rudolf Wyss nello Jahrbuch des Schweizer Alpenclub del 1917. Quell’anno, Hans Morgenthaler e Bernhard Lauterburg scoprirono il gruppo dell’Ober­aletsch come pregiatissima regione sci­escursionistica, eseguendo le seguenti prime con gli sci: l’11 lo Schinhorn (3797 m), il 13 il Nesthorn (3821 m) e il Lötschentaler Breithorn (3785 m), il 14 l’Aletschhorn (4193 m). Il giorno seguente, i due superarono il Beich­pass, e quello successivo la Peters­grat e la Gamchilücke nella Kiental. L’esplorazione di questa nuova zona sciescursionistica fu almeno altrettanto grandiosa che la relazione di 14 pagine Ski­hochtouren im Oberaletsch, a firma Hamo, come l’autore si siglò. «E venne infine la discesa, in linea retta, qua in volata, là fermi, come in tutte le discese sul ghiaccio pianeggiante dell’Oberland bernese.» Il testo di Morgenthaler è disponibile nel sito www.e-­periodica.ch, e le vette del­l’Oberaletsch sono descritte nella nuova guida del CAS, Skitouren Berner Alpen Ost.

Feedback