Oltre Dracula Un cammino invernale

Trentuno brevi capitoletti scandiscono il ritmo del viaggio invernale nei Carpazi di Mario Casella a caccia di tesori, destini umani nascosti e ignorati dall’Europa ricca e benestante. Ogni capitolo è introdotto da una citazione, quella di Frédéric Gros ben riassume lo spirito dello scrittore: «È vano sedersi per scrivere se non ci si è mai alzati a vivere». È, infatti, proprio il suo vissuto, reso attraverso la rivisitazione mnemonica delle sensazioni, dei volti incontrati, delle emozioni provate sugli sci e nelle impervie camminate nelle foreste carpatiche, a sostanziare questo libro dal titolo curioso ma non casuale. Tra le ultime tappe del viaggio, prima di arrivare al Danubio, c’è anche il famoso castello di Dracula. Svoltosi tra il 2016 e il 2017, il viaggio ha inizio a Bratislava alla volta dei Piccoli Carpazi con le guide Samuel e Fedor Martis. Sono le guide alpine con i loro racconti e le loro conoscenze a indicargli i sentieri e a donargli un accesso privilegiato alla storia, alla topografia e allo spirito dei luoghi e delle persone. Diversi i temi che attraversano il libro, quattro in particolare costituiscono l’ossatura della narrazione: l’abilità e la forza delle persone di ricostruirsi un’esistenza dopo la caduta del comunismo, lo sfruttamento selvaggio dei boschi, le conseguenze del cambiamento climatico e l’esperienza sublime del silenzio, del freddo e della solitudine. Condizioni quest’ultime che un giorno, a causa del sovrappopolamento e del surriscaldamento climatico, pagheremo a peso d’oro e per cui una capanna in una foresta innevata sarà l’eldorado.

Autore

Mario Casella

Origine

Ediciclo, Portogruaro 2019, ISBN 978-88-6549-286-4, € 16,00

Feedback