Ora può scoccare la scintilla

Sono tornati dal Perù, i dieci giovani alpinisti che durante tre anni hanno seguito una formazione intensiva e completa di alpinismo classico su terreni misti e impegnativi. Il progetto dell’alpinismo di competizione ha fatto scorrere fiumi di parole, dentro e fuori il CAS. Ci si è interrogati sul suo senso, mentre alcuni ammonivano che non è compito del CAS promuovere gli elementi di maggior spicco.

Ciò che si dimentica è che i membri di quella squadra sono stati chiamati a rispondere sino dal primo momento, ad esempio con il contributo di 60 franchi a testa per ogni giorno di formazione. Anche per la spedizione in Perù (vedi servizio a pag. 37) i dieci hanno dovuto cercare finanziamenti individuali. E con successo: singole sezioni, sponsor privati e persino la mano pubblica – in particolare il Cantone di Neuchâtel – hanno versato dei contributi.

I membri di quella squadra hanno anche dovuto impegnarsi a portare a termine una formazione di monitori G+S, e questo ancora prima di partire per il loro primo campo di istruzione in Valle d’Aosta.

Per venire al punto: i partecipanti al progetto promozionale di alpinismo d’élite hanno sì beneficiato di una formazione e ricevuto il materiale – ma nulla è stato gra-tuito. Tener duro fino al termine della formazione ha richiesto impegno, e in misura assolutamente non trascurabile. E tutto questo costantemente legato al rischio di fallire la selezione, di non farcela, perché l’impegno profuso nella ricerca di mezzi o le prestazioni in montagna non erano adeguati.

Rimane la questione del ritorno dell’investimento. Cosa ci si guadagna quando un’associazione sportiva come il CAS si impegna in un simile progetto a livello high-end? La risposta è già stata data nel 2010 con il modello di formazione. Nessuno andava cercando giovani Ueli Steck o Huberbuam, ma giovani donne e uomini «desiderosi di ritrasmettere quanto appreso anche nelle rispettive organizzazioni». Sta ora alle sezioni ingaggiare i membri di quella squadra, invitarli a tenere conferenze, ma anche impegnarli come capigita per l’OG. È questo che farà scoccare la scintilla, che garantirà il ritorno.

Feedback