Editoriale

Proposte di itinerari

Ai piedi dei giganti del Karakorum
Ai piedi dei giganti del Karakorum

Ai piedi dei giganti del Karakorum

All’estremo nord del Pakistan, il massiccio del Karakorum punta i suoi mitici ottomila verso il cielo. Laggiù, ai piedi del K2, degli strani sciatori muniti di pulka hanno solcato le solitudini gelate del Baltoro. Il racconto.
Leggere l`articolo
Blocchi a Plex
Blocchi a Plex

Blocchi a Plex

Rimasto a lungo anonimo, l’alpe di Plex, sopra Collonges, offre agli amanti dei blocchi un sito ideale che occorrerà preservare.
Leggere l`articolo
Freschi profumi del Luberon
Freschi profumi del Luberon

Freschi profumi del Luberon

Ravvivati dal mistral primaverile, i colori del Luberon brillano intensi. Sui loro speroni, i vecchi villaggi appaiono tremolanti nell’azzurro del cielo, l’ocra si fonde nel verde dei pini e l’escursionista si stupisce.
Leggere l`articolo

Sicurezza

Skitourenguru.chcambia la giurisprudenza?
Skitourenguru.chcambia la giurisprudenza?

Skitourenguru.chcambia la giurisprudenza?

Quando qualcuno rimane vittima di un incedente in valanga, le procedure giudiziarie sono frequenti. Esse mirano a chiarire se la persona responsabile ha agito con negligenza. Quale ripercussione ha la valutazione digitale dei rischi di skitourenguru.ch?
Leggere l`articolo

Capanne

Ritirate costose
Ritirate costose

Ritirate costose

Tre anni fa, il comitato centrale del CAS avevaapprovato una strategia per un migliore smaltimentodelle acque di scarico delle capanne. La sua implementazione è in corso, ma qualcosa rimane ancora da fare. Un bilancio intermedio.
Leggere l`articolo

Montagna e ambiente

Scienze e storia

L’altitudine sconvolge gli ormoni
L’altitudine sconvolge gli ormoni

L’altitudine sconvolge gli ormoni

Che l’uomo non possa vivere a lungo sopra i 5000 metri non è da ascriveresolo alla carenza di ossigeno: un soggiorno prolungato a quote tanto elevate scombussola fortemente anche l’equilibrio ormonale.
Leggere l`articolo

Ai massimi livelli

C’è presa e presa
C’è presa e presa

C’è presa e presa

Nelle palestre di arrampicata c’è plastica e plastica. Da alcuni anni, le prese in poliestere cedono il posto a quelle in poliuretano. Vediamo perché.
Leggere l`articolo
Darsi il tempo di respirare
Darsi il tempo di respirare

Darsi il tempo di respirare

«Essere consapevoli della propria respirazione quando si arrampica è già un buon inizio.» Per Pirmin Scheuber, allenatore nazionale delle nuove leve, nella scalata la respirazione passa spesso in secondo piano. È infatti anche importante che accompagni il movimento dei muscoli: si espira quando si contrae un muscolo e si inspira quando lo si distende. Ma al di là di questo aspetto, stando a Pirmin e ai suoi colleghi di Swiss Climbing, la padronanza della respirazione assume un ruolo cruciale nei periodi di riposo tra due passaggi impegnativi: «Si respira più lentamente e profondamente per rilassarsi e ricuperare», consiglia Robert Rehnelt, pure lui allenatore dei giovani rampanti. All’opposto, una successione rapida di movimenti respiratori aiuterà ad attivare la muscolatura prima di una sequenza di movimenti impegnativa.» E se ci provaste anche voi, in una via facile, per cominciare?
Leggere l`articolo
Obiettivo olimpiadi
Obiettivo olimpiadi

Obiettivo olimpiadi

Andrea Kümin è sulla buona strada per partecipare alle prime gare olimpiche di arrampicata sportiva di Tokyo 2020.
Leggere l`articolo

Club

Lavoro appeso al chiodo
Lavoro appeso al chiodo

Lavoro appeso al chiodo

Gabriel Eigenmann vuole scalare tutte le cime della Svizzera orientale descritte nella bibliografia del CAS, rinunciando addirittura al suo lavoro.
Leggere l`articolo

Servizi

Novità del mercato

Feedback