Telex di fine inverno 2020

Fino a metà marzo gli elvetici hanno realizzato alcune vie e blocchi difficili. Di una parte abbiamo riferito in aprile: eccone una seconda.

Blocchi

Durante questo inverno, il 19enne Louis Bétrisey1– membro delle Élite di Swiss Climbing del CAS – ha collezionato una considerevole serie di boulder, della quale vi proponiamo una selezione. Tra questi, numerosi problemi difficili in Vallese: a Branson, Bétrisey ha eseguito La danse des balrogs original (8B), La jonction (8B), Radja original (8B+), Gautama new school (8B) e Radja new school (8A+/B); a Vernayaz, Touched by the devil (8A+), Petite arvine (8A), Créature of comfort (8A+/B), Dancer in the dark (8A), La mare (8B), Satan (8A), la prima della variante diretta di Les yeux rouges (8A) e Sergent Garcia (8A+), mentre a Salvan Appel au suicide (8A) e L’ordre du temple (8A+), a Fionnay Off the system (8A), Permanent midnight (8A+/B), Ragot FM (8A), Propagation de contraintes (8A) e Pied de biche (8B+). Al Sanetsch ha staccato tra l’altro Nefertiti (8B), a «L’enclave» Art cœur (8A+), a Chamoson Facteur hyacinthe (8A) e infine, a La Balmaz, Joyeux Léon (8B+ trav).

A Chironico, Nico Secomandi ha portato a termine Conquistador direct (8B) e Santoku (8B). In marzo, con Liquid Nails (8B+), Giuliano Cameroni2 ha eseguito una prima a Brione e altre due in Val Bavona con Squalo bianco (8B+) e Manouche (Fb 8B). Due prime le ha staccate anche suo fratello Diego Cameroni che, sempre in marzo, a Brione ha aperto Kelvin (8B+) e Inside out (8B) e ha ripetuto inoltre Blinded by the Light (8B).

A Cresciano, Martin Keller ha compiuto The Story of two Worlds low (8C), mentre Ishan Bhardwaj ha ripetuto Mother Night (8B) nelle gole della Schöllenen e ha pure eseguito Forever more sit (8A+) a Brione.

Vie

In febbraio, a St-Léger-du-Ventoux, Sascha Lehmann3 ha apposto il punto a La tournée du patron (8c), riuscita al secondo tentativo. A inizio marzo, Nicola Vonarburgha eseguito ad Avegno la prima di Il macellaio (8c) e poco prima di metà marzo, a Salvan, Samuel Ometz ha ripetuto la linea Buddha (9a), attrezzata da Cyrille Albasini ed eseguita per la prima volta da Shawn Raboutou.