Trasportati oltre 120 000 passeggeri

Nonostante l’inizio tardivo della stagione dovuto al coronavirus, nel 2020 l’associazione «Bus alpin» ha fatto registrare un risultato apprezzabile in 18 regioni di montagna. Il calo rispetto alla passata stagione record è limitato all’1,5 percento. Siccome le regioni alpine riprendono il proprio esercizio solo in giugno, il ritardo dell’inizio della stagione non ha causato perdite. Nella regione di Habkern-Lombachalp il numero dei passeggeri è quasi raddoppiato rispetto al primato dello scorso anno, mentre nel confronto altre regioni si sono viste confrontate a perdite considerevoli. La stagione invernale sta iniziando ora in sei regioni. Per altre informazioni: www.busalpin.ch

Feedback