Zone di tranquillità: dati aggiornati online

A fine gennaio, i dati presenti in internet relativi alle zone di tranquillità e alle zone di protezione della fauna selvatica sono stati nuovamente aggiornati: all’indirizzo www.respektiere-deine-grenzen.ch o www.wildruhezonen.ch, sciescursionisti e racchettisti trovano tutte le zone protette, nonché i sentieri e le vie in esse percorribili.

Tra le più importanti modifiche dell’inverno 2013-14 troviamo gli adattamenti e le cancellazioni di vie nelle bandite di caccia federali (p. es. lo Haut de Cry, vedi «Le Alpi» 01/2014), la prima zona di tranquillità del canton Friburgo (La Berra) e le 142 nuove zone di tranquillità raccomandate del Vallese. Va in particolare citata anche la nuova bandita di caccia federale dei Walenstöcke-Bannalp, fortemente criticata dalle cerchie alpinistiche.

La campagna «Respektiere deine Grenzen» si sviluppa ulteriormente: durante quest’inverno, il pieghevole è stato rielaborato e la pagina web resa accessibile da dispositivi mobili.

Da febbraio 2014, in quattro regioni sciistiche è inoltre in atto un progetto pilota volto alla sensibilizzazione dei freerider alle richieste della campagna che, data la giovane età del pubblico di destinazione, è particolarmente incentrata sui media elettronici. La campagna è patrocinata dall’UFAM e dal CAS.

Feedback