Una lunga vita per lo sci | Club Alpino Svizzero CAS

Una lunga vita per lo sci

Per l’italiana Livia Bertolini Magni (1895-2000), la pratica dello sci d’estate e d’inverno era, come si legge nell’Enciclopedia della Valle d’Aosta, «il leitmotiv della vita». Fu la prima campionessa italiana di fondo, fece numerose escursioni con lo Sci Club Torino e da Courmayeur, dove la sua famiglia possedeva una villa, esplorò il massiccio del Monte Bianco.

Lì conobbe suo marito, Amilcare Bertolini, medico genovese. Nel maggio 1931 la coppia eseguì la prima traversata con gli sci del Monte Bianco. Nel 1939 apparve la Guida sciistica della Catena del Monte Bianco e delle Valli attigue: un’opera in tre parti della serie «Guide Sci C.A.I. Milano», composta di due volumi e della carta sciescursionistica in scala 1:50 000, che copre il triangolo Station Le Châtelard-Frontière - Grand Golliat - Orsières dalla Svizzera. Il primo volume (458 pagine) contiene tutte le descrizioni e le «cartine orarie schematiche», il secondo (95 pagine) 159 foto in bianco e nero parzialmente ripiegabili ed etichettate con precisione, con gli itinerari numerati e tracciati. Livia Bertolini Magni è una delle poche redattrici della carta sciescursionistica.

Feedback