Il ghiaccio 
del Roseg dal vivo Escursione famigliare in Engadina

Per saperne di più

La luce più bella Lampade frontali a confronto

Per saperne di più

Arrampicata alla bracconiera Il vasto sito della Marchande, a Les Diablerets, è da scoprire al più presto

Per saperne di più

Fuga nella quiete Itinerari nelle Alpi Cozie

Per saperne di più

Edizione molto recente 2019/06

La montagne di Caio Cartoon

Novità per rubriche

Arrampicata alla bracconiera
Arrampicata alla bracconiera

Arrampicata alla bracconiera

Le pareti della Marchande dominano il villaggio di Les Diablerets per quasi un chilometro. Ancora poco conosciute, queste falesie non erano sfuggite ai bracconieri, che vi avevano «aperto una via» più di un secolo fa.
Leggere l`articolo
Per gli specialisti dei detriti
Per gli specialisti dei detriti

Per gli specialisti dei detriti

Questo piccolo massiccio di aspre cime calcaree è terreno difficile per gli escursionisti. La Vorderi Spillgerte si può tuttavia scalare con relativa facilità e si propone comunque con una certa serietà. Gli amanti dei fiori alpini avranno poi l’opportunità di ammirare il raro papavero occidentale.
Leggere l`articolo
Fuga nella quiete
Fuga nella quiete

Fuga nella quiete

La Valle Grana è una delle ultime nicchie della cultura occitana in Italia – e si propone come una «soffiata» per escursionisti culturali e profughi della civiltà.
Leggere l`articolo
Sciatori anacronistici
Sciatori anacronistici

Sciatori anacronistici

Perché prolungare la stagione sciistica fino a luglio? La risposta al Mittler Tierberg.
Leggere l`articolo
Nella massima quiete
Nella massima quiete

Nella massima quiete

La Deutscher Alpenverein (DAV) festeggia i suoi 150 anni di esistenza. Una buona ragione per far visita all’unico rifugio della DAV su suolo elvetico. Vicinissima all’area sciistica di Ischgl, attorno alla Heidelberger Hütte regna una quiete sorprendente. E poco frequentato è l’accesso da Scuol.
Leggere l`articolo
Sentieri da capre alle Baleari
Sentieri da capre alle Baleari

Sentieri da capre alle Baleari

Meglio conosciuta per il turismo di massa che non per i sentieri bucolici, Maiorca ha però le carte in regola per affascinare l’escursionista. La prova in tre itinerari.
Leggere l`articolo
Sinfonia gelata alle Dents du Midi
Sinfonia gelata alle Dents du Midi

Sinfonia gelata alle Dents du Midi

La discesa del letto di un torrente non è riservata agli adepti del canyoning nella bella stagione. D’inverno, quando le condizioni lo permettono, questo tipo di impresa può procurare ottimi brividi e offrire atmosfere superbe.
Leggere l`articolo
In marcia dopo l’infarto
In marcia dopo l’infarto

In marcia dopo l’infarto

Una quarantina di pazienti degli ospedali romandi colpiti da infarto qualche mese prima hanno marciato da Ste-Croix a St-Cergue. L’idea era di mostrare a se stessi e agli altri cosa fossero in grado di fare.
Leggere l`articolo
I bambini in difficoltà sono il problema maggiore
I bambini in difficoltà sono il problema maggiore

I bambini in difficoltà sono il problema maggiore

Le emergenze con bambini in montagna sono rare. Quando però accadono, per soccorritori e famigliari la situazione è emotivamente impegnativa. Le nuove cifre attestano che con l’età dei bambini aumenta anche la frequenza delle emergenze.
Leggere l`articolo
Infortuni in netto aumento
Infortuni in netto aumento

Infortuni in netto aumento

Lo scorso anno, nelle Alpi svizzere e nel Giura il soccorso di montagna ha salvato o recuperato 3211 persone.1 Nell’esercizio dello sport della montagna in senso stretto2 si sono registrati 135 incidenti mortali, un buon 30 percento in più rispetto all’anno precedente.
Leggere l`articolo
Alla ricerca del «gene del custode»
Alla ricerca del «gene del custode»

Alla ricerca del «gene del custode»

Cosa rende professionalmente felice il custode di una capanna e quali peculiarità del carattere sono in tal senso significative? Claudia Schiesser ha dedicato a queste domande il suo lavoro di master e giunge alla conclusione che essere schietti è essenziale.
Leggere l`articolo
Un’estate quasi da record
Un’estate quasi da record

Un’estate quasi da record

Lo scorso anno, le 153 capanne del CAS hanno registrato poco meno di 343 000 pernottamenti, quasi il 13% in più dell’anno precedente. Nel confronto decennale rappresenta il secondo migliore risultato, il terzo considerando l’intera storia delle capanne CAS.
Leggere l`articolo
Con passione e calcolo
Con passione e calcolo

Con passione e calcolo

Gabi Aschwanden e Thomas Meier sono custodi di capanne da un quarto di secolo. Entrambi affrontano sfide analoghe, ma sono lungi dall’essere sempre d’accordo. Una conversazione su un mestiere da sogno spesso idealizzato.
Leggere l`articolo
Si può ancora andare in montagna all’estero?
Si può ancora andare in montagna all’estero?

Si può ancora andare in montagna all’estero?

Il tema del cambiamento climatico è sulla bocca di tutti. Perciò anche gli alpinisti non si possono esimere dalla riflessione. È ancora possibile salire su un aereo per fare un’escursione in montagna? C’è ancora spazio per un trekking nell’Himalaya, l’alpinismo nelle Ande o lo sciescursionismo in Norvegia? Lo abbiamo chiesto a Kari Kobler, guida di spedizioni, e a Kaspar Schuler, codirettore di Cipra International.
Leggere l`articolo
Con Heidi nella parete nord dello Schreckhorn
Con Heidi nella parete nord dello Schreckhorn

Con Heidi nella parete nord dello Schreckhorn

Con la scomparsa di Heidi Schelbert-Syfrig lo sport della montagna svizzero perde un’alpinista di tutto rilievo e una lottatrice indomita. Nata a Zurigo nel 1934, non fu solo la prima professoressa di economia di quell’Università, ma percorse anche numerose vie difficili, spesso come prima donna.
Leggere l`articolo
Damel e l’aquila
Damel e l’aquila

Damel e l’aquila

La 14enne Damel è una delle poche cacciatrici con l’aquila dei Monti Altai, in Mongolia. La fotografa ticinese Alessandra Meniconzi le ha reso visita più volte, immortalando la giovane donna in scatti impressionanti.
Leggere l`articolo
«Il progresso ha carpito la montagna»
«Il progresso ha carpito la montagna»

«Il progresso ha carpito la montagna»

Jean Odermatt ha sinora dedicato tutta la sua vita di  artista alle Alpi. Ora ha sviluppato per il CAS il grande progetto Crystallization. Da maggio a ottobre, dai Grigioni a Vaud, nell’ambito di numerosi piccoli eventi si rifletterà sull’approccio alle Alpi.
Leggere l`articolo

La redazione raccommanda

Sapere di più

FAQ
FAQ

FAQ

Ulteriori informazioni
Feedback