Le Alpi | Club Alpino Svizzero CAS
Sostieni il CAS Dona ora

«L’escursionismo di montagna non è una passeggiata» Fatti e cifre dell’escursionismo popolare

Per saperne di più

Il primo Villaggio degli alpinisti del cantone Ticino Originalità e tradizione caratterizzano l'Onsernone

Per saperne di più

Arrampicare per i monumenti storici L’arrampicata industriale

Per saperne di più

Un alpeggio chiamato desiderio La ristrutturazione delle costruzioni di montagna: una falsa buona idea?

Per saperne di più

«Le Alpi»

«Le Alpi» è la principale rivista svizzera dedicata alla montagna. Le sue sei edizioni annuali ti rapiscono con immagini affascinanti, proposte di escursioni, arrampicata, gite con gli sci o in alta montagna, nonché conoscenze su temi attuali come la sicurezza e l’ambiente, la storia alpina e l’affascinante mondo della montagna.

Edizione molto recente 2024/03

Novità per rubriche

Nel bosco incantato
Nel bosco incantato

Nel bosco incantato

Per gli amanti del bouldering, la Murgtal non è ormai più un segreto. Ciò nonostante, è ben più variata di quanto non appaia e invita a scoprire aspetti sempre nuovi della sua bellezza.
Leggere l`articolo
Di vetta in vetta nelle Prealpi
Di vetta in vetta nelle Prealpi

Di vetta in vetta nelle Prealpi

900 di salita, 2250 metri di discesa - tutto quanto nelle Prealpi! Benvenuti alle «hot and cool» di Stoos. Una gita ideale per aprire la stagione.
Leggere l`articolo
Dove gli orologi battono ore diverse
Dove gli orologi battono ore diverse

Dove gli orologi battono ore diverse

Le lunghe escursioni con gli sci da fondo hanno un che di contemplativo, quando si segue la propria via e si è per giunta accompagnati dalla catena alpina. La prima catena del Giura lo rende possibile. Non è un caso che il maggiore rilievo del Giura svizzero si chiami Mont Tendre, monte tenero. Ma le sue condizioni atmosferiche non sempre lo sono.
Leggere l`articolo
Con gli sci a un alpeggio sommerso
Con gli sci a un alpeggio sommerso

Con gli sci a un alpeggio sommerso

Spesso affrontata in occasione di un passaggio alla Cabane des Becs de Bosson, la Pointe de la Tsevalire precede solitamente alla discesa della Val de Réchy. Sul versante opposto, una bella discesa porta verso i ripari di L’A Vieille.
Leggere l`articolo
Al di sopra del Rodano un portale vertiginoso
Al di sopra del Rodano un portale vertiginoso

Al di sopra del Rodano un portale vertiginoso

Un’escursione permette di osservare il Portail de Fully, un arco naturale a strapiombo sopra la valle del Rodano. Questa curiosità geologica è costituita di rocce formatesi milioni di anni fa in acque poco profonde.
Leggere l`articolo
Dal drago catalano
Dal drago catalano

Dal drago catalano

Attorno a Coll de Nargó, in Spagna, c’è tutto ciò che fa battere il cuore dell’arrampicatore: ampia scelta di vie, palestra di bouldering e osteria dedicata. Quando da noi c’è nebbia e neve, in Catalogna si fanno ancora delle belle sudate.
Leggere l`articolo
Idillica valle
Idillica valle

Idillica valle

Novembre è sempre foriero di sorprese. A volte, le alture rimangono sgombre dalla neve fino all’ultimo giorno del calendario. Oppure, il mese riceve la visita dell’inverno già nei suoi primi giorni. Ma in montagna, nulla è mai grigio.
Leggere l`articolo
«L’escursionismo di montagna non è una passeggiata»
«L’escursionismo di montagna non è una passeggiata»

«L’escursionismo di montagna non è una passeggiata»

La Svizzera ha una popolazione di escursioniste ed escursionisti di montagna. Purtroppo, le emergenze sono sempre più frequenti, e si contano in media più di 50 incidenti mortali all’anno. Il CAS e l’Ufficio per la prevenzione degli infortuni (UPI) cercano di contrastare questa evoluzione negativa. Importanti indicazioni in merito sono pure offerte dalla statistica annuale degli incidenti e da un ampio studio sull’escursionismo di montagna.
Leggere l`articolo
Non lasciare tracce!
Non lasciare tracce!

Non lasciare tracce!

Sino dagli anni 1980, negli Stati Uniti
Leggere l`articolo
«Vederli è pura gioia»
«Vederli è pura gioia»

«Vederli è pura gioia»

La Patrouille des Jeunes si svolgerà il 19 aprile sopra Verbier, a margine della Patrouille des Glaciers. Trampolino per gli uni, primo contatto con lo scialpinismo per gli altri, questa corsa aperta ai giovani da 10 a 20 anni non ha (quasi) nulla da invidiare alla sorella maggiore.
Leggere l`articolo
Un alpeggio chiamato desiderio
Un alpeggio chiamato desiderio

Un alpeggio chiamato desiderio

Già in crescita prima della pandemia, negli ultimi due anni la ristrutturazione di baite e rustici a scopi abitativi è esplosa. I principali vantaggi addotti – sostenibilità, semplicità, salute, risparmio – sono credibili? Non secondo uno studio approfondito condotto da un architetto vallesano.
Leggere l`articolo
«Meglio meno che di più»
«Meglio meno che di più»

«Meglio meno che di più»

Un’escursione con gli sci o una gita in montagna con persone affini è qualcosa di bello – ma i gruppi possono anche essere troppo grandi. Le sezioni del CAS ne considerano le dimensioni in modi diversi.
Leggere l`articolo
«Controllare situazioni a rischio mi rende felice»
«Controllare situazioni a rischio mi rende felice»

«Controllare situazioni a rischio mi rende felice»

La lead guide del Team spedizioni del CAS e ingegnere aeronautico Peter von Känel si confronta in maniera intensiva con il tema dei rischi. Nell’intervista spiega perché con il rischio non si mira al minimo, bensì a una giusta misura individuale.
Leggere l`articolo
Una lunga amicizia
Una lunga amicizia

Una lunga amicizia

Negli anni 1960, quando la popolazione degli altopiani tibetani fuggiva l’occupazione cinese, la Svizzera, paese alpino, solidarizzava con lei. A tutt’oggi, svizzeri e tibetani continuano a collaborare per il Tibet, per esempio attraverso la Società di amicizia svizzero-tibetana. Accanto alle questioni politiche e sociali, anche il cambiamento climatico è sempre più al centro dell’attenzione.
Leggere l`articolo
Quali vantaggi si attende dall’alpinismo femminile?
Quali vantaggi si attende dall’alpinismo femminile?

Quali vantaggi si attende dall’alpinismo femminile?

Nel 1900, l’alpinista anglo-tedesca Maud Wundt-Walters, diventata famosa per il suo matrimonio sul Cervino, pose alle alpiniste tedesche e austriache importanti e coraggiose domande sulle loro attività e le loro escursioni. Purtroppo, una diligente collaboratrice dello
Leggere l`articolo
«Vogliamo disporre di un quadro chiaro»
«Vogliamo disporre di un quadro chiaro»

«Vogliamo disporre di un quadro chiaro»

Lo scioglimento del permafrost nel terreno si ripercuote sulle capanne del CAS, minando la stabilità del loro supporto. Quali capanne ne sono direttamente interessate? E che cosa intende fare in proposito il CAS? A colloquio con Ulrich Delang, responsabile per le capanne presso il segretariato centrale del CAS.
Leggere l`articolo
Nouvelle Vague
Nouvelle Vague

Nouvelle Vague

Una sala accogliente e bene isolata. Camere a più letti al posto dei dormitori. Entro marzo 2023, la Cabane du Trient CAS si vedrà ampiamente rinnovata. Una visita nel Basso Vallese.
Leggere l`articolo
Gli sherpa dello Zwinglipass
Gli sherpa dello Zwinglipass

Gli sherpa dello Zwinglipass

Una volta all’anno, i soci della sezione Toggenburg portano diverse tonnellate di materiale alla Zwinglipasshütte. L’evento vanta una tradizione e favorisce la coesione. Con il dibattito sulla CO2, la «Hötteträgete» acquisisce però anche una giustificazione del tutto attuale.
Leggere l`articolo
Il CAS investe 9.5 milioni di franchi nella protezione contro le valanghe
Il CAS investe 9.5 milioni di franchi nella protezione contro le valanghe

Il CAS investe 9.5 milioni di franchi nella protezione contro le valanghe

In taluni luoghi, il cambiamento climatico influenza anche il pericolo di valanghe. Una stima approssimativa mostra che un quinto delle capanne del CAS si trova in un luogo a rischio. A protezione degli edifici sono ora previste misure per un ammontare di 9,5 milioni di franchi, e nel contempo si verifica la validità delle protezioni esistenti.
Leggere l`articolo
Le capanne CAS testano la depurazione delle acque del futuro
Le capanne CAS testano la depurazione delle acque del futuro

Le capanne CAS testano la depurazione delle acque del futuro

Negli ultimi anni, la depurazione delle acque reflue delle capanne ha fatto progressi. Processi innovativi sono stati e vengono costantemente sviluppati, testati e migliorati. Queste conoscenze sono destinate a modificare anche gli impianti di pianura.
Leggere l`articolo
«Una vacanza tra le più belle»
«Una vacanza tra le più belle»

«Una vacanza tra le più belle»

Una vacanza in famiglia diversa: per maggiore precisione, in una capanna del CAS. Gli adulti scalano vette, i piccoli esplorano la cucina – e tutti si godono la natura, il tempo trascorso in comune e la quiete della montagna.
Leggere l`articolo

Sapere di più

Abbonarsi
Abbonarsi

Abbonarsi

Abbonarsi alla rivista «Le Alpi».
Ulteriori informazioni
Inserzioni
Inserzioni

Inserzioni

Pubblicare inserzioni nella maggiore rivista svizzera dello sport della montagna.
Ulteriori informazioni
Feedback