Edizione molto recente 2021/05

Novità per rubriche

L’uomo delle 1000 vie
L’uomo delle 1000 vie

L’uomo delle 1000 vie

L’appassionato attrezzatore di vie Pesche Wüthrich ha redatto un omaggio al suo lungo periodo ticinese, alla roccia di quei luoghi – e a Glauco Cugini, che a metà aprile, ha pubblicato per le Edizioni CAS la più recente guida di arrampicata sul Ticino.
Leggere l`articolo
Una scappata in paradiso
Una scappata in paradiso

Una scappata in paradiso

Se ci si lascia alle spalle i luoghi affollati dai gitanti domenicali italiani, quelli che si schiudono sono veri e propri paesaggi paradisiaci. Il più vecchio tra i parchi nazionali italiani deve la sua esistenza all’aristocrazia, che nella riserva di caccia reale proteggeva lo stambecco.
Leggere l`articolo
Primavera montana in ValColla
Primavera montana in ValColla

Primavera montana in ValColla

L’escursione in cresta dal Monte Bar al Gazzirola è la via regina della Val Colla. Ma anche un po’ più in basso, un sentiero panoramico ricco di vedute porta attraverso la rigogliosa vegetazione della valle. Un itinerario particolarmente centrato in primavera, oppure in condizioni meteorologiche variabili.
Leggere l`articolo
Il volto nascosto del Fletschhorn
Il volto nascosto del Fletschhorn

Il volto nascosto del Fletschhorn

Vetta emblematica del Sempione, il Fletschhorn offre grandi e belle imprese agli amanti dei pendii ripidi. Certi canaloni si rivelano meno frequentati del versante nord, ormai diventato una classica.
Leggere l`articolo
Un gustoso stuzzichino
Un gustoso stuzzichino

Un gustoso stuzzichino

Due buone ore di salita e una discesa quasi altrettanto lunga: l’itinerario per racchettisti al Fürstein offre ai principianti un tempo sufficiente per apprezzare un nuovo hobby. La natura della riserva della biosfera UNESCO dell’Entlebuch ha in serbo grandiose ricompense.
Leggere l`articolo
All’assalto del Teysachaux
All’assalto del Teysachaux

All’assalto del Teysachaux

Andare a sciare in sella alla propria bici portando con sé tutto il proprio materiale è un’esperienza «zero emissioni» del tutto entusiasmante! L’abbiamo verificata per voi nella regione dei Paccots.
Leggere l`articolo
Sorpresa da «rive gauche»
Sorpresa da «rive gauche»

Sorpresa da «rive gauche»

Nonostante il suo vasto potenziale invernale, la Val d’Hérémence sembra non avere molto da offrire agli amanti delle gite considerate sicure. Ma capita che la prudenza offra felici opportunità.
Leggere l`articolo
Quasi fossimo in Siberia
Quasi fossimo in Siberia

Quasi fossimo in Siberia

La Capanna Scaletta si trova all’estremità occidentale dell’altopiano della Greina. D’inverno è un gioiello naturale intatto, di difficile accesso, racchiuso tra i 3000 dei gruppi dell’Adula e del Medel. In questo paesaggio che ricorda la tundra si possono lasciare tracce solitarie.
Leggere l`articolo
Rimuovere le batterie è vitale
Rimuovere le batterie è vitale

Rimuovere le batterie è vitale

Pure se il rischio di valanghe non risparmia l’alta montagna neppure d’estate, la bella stagione è generalmente sinonimo di un lungo riposo per il materiale di sicurezza. È anche il momento ideale per (far) eseguire controlli e manutenzione. In gioco ci sono vite.
Leggere l`articolo
Emergenze sulla roccia
Emergenze sulla roccia

Emergenze sulla roccia

Probabilmente, la chiusura delle palestre ha richiamato sulla roccia più arrampicatrici e arrampicatori. Nel 2020 si è registrato un numero mai visto di emergenze e infortuni.
Leggere l`articolo
Cadute su sentieri innevati
Cadute su sentieri innevati

Cadute su sentieri innevati

Le restrizioni ai viaggi volte al contenimento del coronavirus hanno spinto più persone a calzare gli scarponi. Questo ha dato luogo a più situazioni di emergenza e infortuni, ma i casi mortali sono rimasti nella media.
Leggere l`articolo
Più incidenti malgrado il lockdown
Più incidenti malgrado il lockdown

Più incidenti malgrado il lockdown

Nel 2020, le persone che si sono trovate in situazioni di emergenza e hanno dovuto essere soccorse o recuperate dal soccorso alpino nelle Alpi svizzere e nel Giura sono state 3471: un numero mai visto prima. Nell’alpinismo classico, 112 sono state vittime di incidenti mortali.
Leggere l`articolo
Tracciare esattamente la via è importante – anche al computer
Tracciare esattamente la via è importante – anche al computer

Tracciare esattamente la via è importante – anche al computer

Il modulo di pianificazione degli itinerari della piattaforma White Risk è stato rielaborato ed è ancora meglio connesso all’omonima app. A disposizione, nuovi layer e interessanti possibilità di impiego, come per esempio il riconoscimento automatico di potenziali punti chiave.
Leggere l`articolo
«La montagna non conosce confini»
«La montagna non conosce confini»

«La montagna non conosce confini»

I gestori delle piattaforme escursionistiche e i blogger chiedono una previsione delle valanghe uniforme e multilingue per l’intero spazio alpino. Con questo, sfondano una porta aperta. Anche il CAS sostiene l’iniziativa.
Leggere l`articolo
La «Meteonina» di Sedrun
La «Meteonina» di Sedrun

La «Meteonina» di Sedrun

Per l’Istituto per lo studio della neve e delle valanghe lavorano 210 osservatrici e osservatori di valanghe, che d’inverno inviano quotidianamente a Davos dati di misure, valutazioni e osservazioni sulla situazione della neve e delle valanghe. Nina Levy, di Sedrun, lo fa dal 1976.
Leggere l`articolo
Al servizio della sicurezza dalle valanghe
Al servizio della sicurezza  dalle valanghe

Al servizio della sicurezza dalle valanghe

Franz Baumgartner è osservatore di valanghe e si reca in montagna due volte al mese per allestire profili su pendio. Ma da qualsiasi luogo si trovi, la guida alpina trasmette anche preziose ­informazioni sulla situazione valanghiva.
Leggere l`articolo
«Una vacanza tra le più belle»
«Una vacanza tra le più belle»

«Una vacanza tra le più belle»

Una vacanza in famiglia diversa: per maggiore precisione, in una capanna del CAS. Gli adulti scalano vette, i piccoli esplorano la cucina – e tutti si godono la natura, il tempo trascorso in comune e la quiete della montagna.
Leggere l`articolo
Un’estate difficile
Un’estate difficile

Un’estate difficile

«Aperta con misure cautelative speciali!» Con questo motto, a giugno le capanne CAS hanno iniziato una stagione del tutto particolare. La maggior parte degli ospiti ha accettato le restrizioni imposte dal coronavirus. Tuttavia, a causa del numero ridotto di posti letto e delle spese supplementari, gran parte delle strutture prevede perdite tra il 20 e il 40 percento.
Leggere l`articolo
L’arteria vitale
L’arteria vitale

L’arteria vitale

Hans Hostettler è un vero maestro quando si tratta di scovare l’acqua. Per il custode della Blüemlisalphütte, quest’ultima è un bene raro. Ma non è il solo: una capanna su cinque del CAS lotta contro gravi problemi di approvvigionamento.
Leggere l`articolo
Due capanne rinnovate
Due capanne rinnovate

Due capanne rinnovate

Dopo gli interventi di trasformazione, la Capanna Piansecco CAS e la Chamanna d’Es-cha CAS sono di nuovo aperte. La Länta-Hütte SAC ha dovuto essere riparata dopo una frana.
Leggere l`articolo
Blocchi gelati davvero speciali
Blocchi gelati davvero speciali

Blocchi gelati davvero speciali

Diverse montagne di ghiaccio alte da cinque a dieci metri si ergono sul lago gelato del Chüebodengletscher. Il glaciologo Giovanni Kappenberger spiega cosa si celi dietro questo raro fenomeno.
Leggere l`articolo
Una seconda vita per le scarpette
Una seconda vita per le scarpette

Una seconda vita per le scarpette

Da quasi 30 anni, l’atelier Gecko Supply contribuisce alla riduzione delle emissioni di CO2 risuolando le scarpette da arrampicata. A Zurigo incontriamo Fred Nicole, arrampicatore estremo diventato risuolatore.
Leggere l`articolo
Montagne di plastica nel mare
Montagne di plastica nel mare

Montagne di plastica nel mare

Enormi quantità di microplastiche finiscono nell’ambiente, nei mari, nelle Alpi e persino nei nostri corpi. Tra i complici, anche i capi di abbigliamento sintetici – ovviamente anche quelli da montagna. Economia e politica affrontano il problema solo lentamente. Sono perciò necessarie iniziative individuali e istituzionali.
Leggere l`articolo
«Il tesoro è la natura»
«Il tesoro è la natura»

«Il tesoro è la natura»

St. Antönien, nella Prettigovia, ha conservato la propria originalità e promuove un turismo rispettoso della natura. Ora, la località è diventata il primo Villaggio degli alpinisti svizzero e si impegna così a prendersi ulteriormente cura della natura e della cultura.
Leggere l`articolo
Nel Kärpf spazio a uomini e animali
Nel Kärpf spazio a uomini e animali

Nel Kärpf spazio a uomini e animali

Nella bandita di caccia glaronese del Kärpf, la rete di itinerari per gli sport della neve è stata ampliata con un processo esemplare i cui risultati soddisfano gli amanti della montagna e i protettori della natura. L’ultimo ostacolo è l’ampia accettazione: gli sportivi della neve la devono rispetta re.
Leggere l`articolo
«Chi vuole proteggere il paesaggio deveisolare meglio gli edifici»
«Chi vuole proteggere il paesaggio deveisolare meglio gli edifici»

«Chi vuole proteggere il paesaggio deveisolare meglio gli edifici»

L’energia dell’acqua è essenziale per l’approvvigionamento elettrico, ma la sua espansione ha dei limiti. Secondo l’esperto di energia Jürg Rohrer occorrono anche grandi impianti solari in montagna. E se si vuole uno sfruttamento efficiente dell’energia, questi richiederebbero maggiori tratti di paesaggio.
Leggere l`articolo
Un lago al posto del ghiacciaio
Un lago al posto del ghiacciaio

Un lago al posto del ghiacciaio

Nell’Oberland bernese, sotto il ghiacciaio del Trift ormai in via di scioglimento, si è formato un nuovo lago glaciale. Qui, l’azienda idroelettrica locale intende realizzare un lago artificiale, nel quale i promotori vedono un contributo alla svolta energetica. Dal canto loro, i contrati si oppongono al sacrificio del paesaggio intatto.
Leggere l`articolo
Un mondo sottosopra
Un mondo sottosopra

Un mondo sottosopra

Nella tettonica alpina, le falde sono importanti quanto i sovrascorrimenti. Al Grand Combin ce n’è uno grande, e un ripiegamento dà luogo a una successione rocciosa inconsueta. Scopriremo inoltre perché gli scisti grigionesi sono presenti in Vallese.
Leggere l`articolo
Sulle tracce dell’aquila reale
Sulle tracce dell’aquila reale

Sulle tracce dell’aquila reale

Come le aquile reali trascorressero la loro gioventù è stato sinora quasi ignorato. Per seguirne le tracce, nell’ambito di un progetto di studio transfrontaliero da quattro anni nei Grigioni vengono munite di localizzatori.
Leggere l`articolo
L’arena della storia geologica
L’arena della storia geologica

L’arena della storia geologica

L’«arena delle vette» nel Patrimonio naturale dell’UNESCO, l’arena tettonica di Sardona, è connessa dal famosissimo sovrascorrimento delle Alpi glaronesi – e da altre leccornie geologiche.
Leggere l`articolo
Negli strani mondi dello gneiss ticinese
Negli strani mondi dello gneiss ticinese

Negli strani mondi dello gneiss ticinese

Molti hanno probabilmente un’idea dello gneiss del Ticino. Ma dietro questa denominazione si cela una grande varietà di rocce. Sul Basòdino ne incontriamo una variante decisamente esotica.
Leggere l`articolo
Immersioni in alta montagna
Immersioni in alta montagna

Immersioni in alta montagna

In termini di superficie, le lave a cuscino sono le rocce più importanti al mondo. Le si incontra nell’Atlantico e nel Pacifico – e su un quattromila vallesano.
Leggere l`articolo
Triglav
Triglav

Triglav

Il Triglav è la vetta più alta delle Alpi Giulie e la sua sagoma imponente è riconoscibile fino a 100 chilometri di distanza. Il punto di forza del simbolo nazionale sloveno è la sua parete nord, una tra le più alte delle Alpi orientali. Si narra che, sulla sua sommità, Zlatorog, il camoscio bianco dalle corna d’oro, abbia custodito un tesoro. La montagna è circondata da una natura toccante e dalle acque smeraldine del fiume Isonzo.
Leggere l`articolo
Montagna sottosopra
Montagna sottosopra

Montagna sottosopra

La salita alla più alta vetta sangallese dal versante grigione è decisamente impegnativa, ma anche variata e beneficamente selvaggia.
Leggere l`articolo
«Con le montagne si costruiscono ponti»
«Con le montagne si costruiscono ponti»

«Con le montagne si costruiscono ponti»

Per la nuova esposizione «Let’s Talk about Mountains», il direttore Beat Hächler ha percorso durante cinque settimane la Corea del Nord assieme a una squadra cinematografica. Descrive le sue esperienze e impressioni in un colloquio su uomini, montagne – e politica.
Leggere l`articolo
Avventurosa, pioniera e primatista di altitudine
Avventurosa, pioniera e primatista di altitudine

Avventurosa, pioniera e primatista di altitudine

Ruth Steinmann, 85 anni, è una pioniera dell’alpinismo elvetico. Nel 1979, nella salita al Lhotse, raggiunse gli 8250 metri di altitudine, detenendo poi per 21 anni il primato di quota delle donne svizzere. Era di casa sulle montagne del mondo e ha trovato la quiete a Versam, nei Grigioni.
Leggere l`articolo
Meditativa raccolta di fiori per golosi
Meditativa raccolta di fiori per golosi

Meditativa raccolta di fiori per golosi

Sfogliare i petali del dente di leone richiede tempo. Ma siccome il miele vero, quello prodotto dalle api diligenti, era costoso, la gelatina di zucchero aromatizzata con i fiori del tarassaco era una gradita alternativa da spalmare sul pane.
Leggere l`articolo
I Brand, famiglia in vetta
I Brand, famiglia in vetta

I Brand, famiglia in vetta

Molti hanno scoperto le gioie della montagna in famiglia, anche se poi le strade si sono divise. Altri perseverano, come le guide vodesi Willy e Fabien Brand, che formano una solida cordata da oltre 25 anni.
Leggere l`articolo
Meditativa raccolta di fiori per golosi
Meditativa raccolta di fiori per golosi

Meditativa raccolta di fiori per golosi

Sfogliare i petali del dente di leone richiede tempo. Ma siccome il miele vero, quello prodotto dalle api diligenti, era costoso, la gelatina di zucchero aromatizzata con i fiori del tarassaco era una gradita alternativa da spalmare sul pane.
Leggere l`articolo
La fiorente tradizione della «farina di popcorn»
La fiorente tradizione della «farina di popcorn»

La fiorente tradizione della «farina di popcorn»

Nelle minestre, sotto forma di polenta e sciolta in latte, acqua o vino: la farina di granturco tostata faceva parte della dieta quotidiana della poverissima popolazione della valle ticinese dell’Onsernone. Poi caduta nell’oblio, la «farina bóna» sta conoscendo una rinascita.
Leggere l`articolo
La donna dai sette mestieri
La donna dai sette mestieri

La donna dai sette mestieri

Negli oltre cent’anni di storia dell’Associazione svizzera delle guide di montagna, Rita Christen è la sua prima presidente. La 53enne di Disentis è guida alpina, giurista e molto altro ancora.
Leggere l`articolo

La montagne di Caio Cartoon

La redazione raccommanda

Una cresta dal sapore himalayano
Una cresta dal sapore himalayano

Una cresta dal sapore himalayano

La cresta che collega la Capanna Resegotti alla Punta Gnifetti, nel massiccio del Monte Rosa, offre un superbo itinerario misto – per non parlare di grande ampiezza e vedute a volontà sulla gigantesca parete di Macugnaga.
Leggere l`articolo
Meteosciamani 2.0
Meteosciamani 2.0

Meteosciamani 2.0

Una previsione meteorologica affidabile è fondamentale per la riuscita delle gite in montagna, e grazie a smartphone e app, oggi il bollettino meteo è sempre disponibile. Le app meteorologiche degli offerenti più diversi sono molte e con prezzi pure diversi. Ma quale dà le migliori previsioni?
Leggere l`articolo
La luce più bella
La luce più bella

La luce più bella

Nei lunghi avvicinamenti prima dell’alba, nelle gite con gli sci del fine settimana o per studiare la carta al riparo della tenda sono imprescindibili: le lampade frontali. Outdoor Content Hub ha sottoposto a illuminazione intensiva dieci di loro in laboratorio e sul campo.
Leggere l`articolo

Sapere di più

FAQ
FAQ

FAQ

Ulteriori informazioni
Feedback