Arrampicata sportiva alpina all’Eiger

Arrampicare all’Eiger è cosa seria e solitamente difficile. Una via in corso di risanamento e un’altra nuova invitano a una visita all’Eigergletscher: Löcherspiel e Ratatat. Entrambe le vie corrono su una roccia ben strutturata con fori di ogni dimensione e di ottima qualità.

Originariamente attrezzata da Daniel Anker e Michael Gruber, Löcherspiel è ora oggetto di risanamento da parte di una squadra. Se con 6b obl. la quotazione della via è moderata, essa presenta tuttavia un serio carattere alpino. Gli ancoraggi fissi sono scarsi e richiedono buone capacità di individuarne il percorso e sicurezza da parte del primo e del secondo in cordata. Le soste devono inoltre essere spesso allestite da sé.

Del tutto nuova è invece Ratatat, la via che corre proprio accanto. È quotata 6c obl., un po’ più difficile, ma come scrivono gli attrezzatori Dominik Osswald e Jonas Allemann, gli ancoraggi sono buoni e ponderati. Le distanze maggiori tra i chiodi possono essere ulteriormente assicurate con friend. Come scrive Sandro von Känel: «Qui si può quasi annusare aria da parete nord, ammesso di esserne in grado.»

{f:if(condition: label, then: label, else: header}  Due vie all’Eiger

1. Löcherspiel

Dati essenziali: 6b (6b obl.), esposta!

Materiale: corda 2 × 50 m, friend 0,3 - 3 (all’occorrenza 2 set), 10 fettucce express

Attrezzatori: Daniel Anker e Michael Gruber, 1988

Consigli: non attaccarla se altri scala­tori si trovano già nella via (caduta di pietre!).

Accesso: dalla stazione Eigergletscher all’attacco della via ferrata «Rotstock», che si segue fino al primo risalto per poi traversare a sinistra sulla cengia (ca. 200 m, corde fisse). L’attacco si trova su un aggetto al termine della corda fissa (chiodo normale rosso). Ca. 45 min. dalla stazione Eigergletscher.

Discesa: breve calata dall’ultima sosta e quindi discesa lungo la cresta W su placche con detriti (T5). Percorrere la via a ritroso è difficile.

2. Ratatat

Dati essenziali: 7a (6c obl.), 265 m

Materiale: corda 1 × 70 m (2 × 60 m se si prevedono calate), friend 0,4 - 1, 10 fettucce express

Attrezzatori: Dominik Osswald e Jonas Allemann, 2016–2017

Consigli: non attaccarla se altri scala­tori si trovano già nella via (caduta di pietre!).

Accesso: dalla stazione Eigergletscher all’attacco della via ferrata «Rotstock», che si segue fino al primo risalto per poi traversare a sinistra sulla cengia (corde fisse) fino all’attacco (clessidra blu). Ca. 40 min. dalla stazione Eigergletscher.

Discesa: per la cresta W (T5) o in calata lungo la via (attenzione alla cengia ­detritica).

Trasferta

Con i mezzi pubblici alla stazione Eigergletscher via Lauterbrunnen e Kleine Scheidegg.

Carta

CN 1:25 000, foglio Grindelwald