Grazie ai responsabili del CAS

In merito all’editoriale «Niente libero accesso al Parc Adula», in Le Alpi 11/2015

Desidero ringraziare i responsabili del CAS per il loro impegno in favore di un’equa protezione dell’ambiente e di un accesso il più possibile libero alle nostre montagne. Sono convinto che molti soci apprezzino questo lavoro e che, in generale, ne condividano l’orientamento. Apparentemente, però, non per tutti è ovvio che si possa discutere anche sulle questioni concernenti la tutela dell’ambiente e che queste non vadano automaticamente anteposte a ogni altro interesse («protezione illimitata»). Proprio le lettere dei lettori del numero 12/2015 hanno risvegliato in me ricordi spiacevoli inerenti alle discussioni sulle chiusure delle pareti nel Giura basilese. Pure allora mi è spesso mancata la giusta misura da parte dei «protettori», ma sono certo che anche quest’ultima servirebbe di più alla causa dell’ambiente.

Feedback