Il camoscio, libri di vetta e padrinato

Nel CAS è altrettanto ovvio della piccozza, della corda e del casco: il camoscio. Ma nessuno sa perché proprio lui. Perché a ornare il nostro logo non è almeno un fiero stambecco? E perché poi proprio un animale? In primo luogo, il CAS non riunisce né cacciatori né protettori della fauna, bensì le persone che vanno in montagna. Il timido camoscio ha confuso bene le sue tracce nel passato.

Thomas Schmid, l’archivista del CAS presso la Burgerbibliothek di Berna, le ha seguite negli atti polverosi, per poi perderle di nuovo. Ma così facendo ha trovato un avvincente aneddoto, pubblicato a pagina 27.

Chi compie 150 anni ha molto da raccontare. La seconda edizione speciale di «Le Alpi» è perciò interamente dedicata alla multiforme storia del CAS.

Sapevate che lo sci ha rischiato di spaccare in due l’associazione? Sarah Forrer ha seguito le tracce delle prime tavole svizzere, «Made in Glarus», mostrando come già allora la discussione circa la differenza tra la scalata e la competizione fosse accesa (pagina 40). E il concetto di «padrinato» vi dice ancora qualcosa? Patricia Michaud, nostra autrice, ad ogni modo non lo conosceva. Ed è rimasta tanto più stupita nello scoprire quanto un tempo esso fosse preso sul serio in seno all’associazione, e cosa la sua scomparsa abbia potuto significare per il futuro del CAS (pagina 52).

Se in questa edizione lanciamo qualche raggio di luce sulla storia del CAS, lo facciamo anche per illustrare eventi e connessioni sinora ben poco approfondite. Una sfida particolare rappresenta per noi la rivisitazione del periodo compreso tra il 1918 e il 1945 (da pagina 55), e abbiamo perciò chiesto a due storici di proporci le loro diverse visioni di quell’epoca del CAS. Il nostro obiettivo? Dar modo a voi, care lettrici e cari lettori, di formarvi un’opinione autonoma e addirittura stimolarvi a informarvi più da vicino. Ad esempio nel volume del giubileo del CAS, Helvetia Club.

Buon divertimento tra libri di vetta ingialliti, aneddoti di alpinisti arrivati e cifre illuminanti!

Feedback