Il turismo di massa in montagna va limitato

In merito all’articolo Bloccato il progetto della Maighelshütte, in «Le Alpi» 01/2020

Nel 1946, l’allora rifugio militare Cavradi West fu rilevato dalla sezione Terri. Nel 1969 è sorto un nuovo edificio, e nel 1972 c’è stato un ampliamento. Ora la sezione Terri ha nuovi piani di espansione. Il progetto è stato bloccato dall’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM). Trovo questa decisione corretta. Infatti, più grande è la capanna e più comfort essa offre, maggiore sarà il numero di persone in giro per le montagne e le valli meno conosciute. Il turismo di massa dovrebbe essere limitato. Lo si può vedere nell’altro versante del passo: un’escursione con gli sci alla Fellilücke è diventata quasi impossibile, delle rocce sono state fatte esplodere e spianate per costruire piste. È questo che vogliamo? Se è così, presto o tardi il nostro splendido mondo montano degenererà in una Disneyland.

Feedback