Italia severa con chi causa valanghe

Nelle escursioni con gli sci in Italia, la cautela è d’obbligo: non solo in relazione alla situazione sul fronte delle valanghe, bensì anche alle conseguenze giuridiche. Infatti, chi provoca una valanga e mette in tal modo in pericolo altre persone può essere perseguito penalmente. Nel 2002, ad esempio, per questo motivo una guida di montagna è stata condannata a otto mesi di detenzione con la condizionale. Va osservato che la giurisprudenza distingue tra valanghe provocate in zone «antropizzate», dove cioè sono presenti persone, e le altre zone. Le conseguenze penali sono perciò più verosimili nelle vicinanze di stazioni sciistiche, strade, villaggi o in presenza di persone che praticano sport di montagna.

Feedback