La sezione Rossberg acquista la Corno Gries

La Capanna Corno Gries ha una nuova proprietaria: la sezione Rossberg ha infatti acquistato l’edificio dalla sezione Bellinzona e Valli.

Per la piccola sezione ticinese, che gestisce anche la Capanna Piansecco, l’esercizio di due capanne rappresentava un onere finanziario eccessivo. Sì, perché secondo Roberto Alberio, della sezione Bellinzona, le capanne sono comunque un affare in perdita. A pesare sui conti, soprattutto l’elettricità e l’acqua corrente, per un totale di circa 565 000 franchi. Dopo l’ampliamento del 2006 si era visto che l’esercizio senza acqua e corrente era difficilmente assicurabile.

Secondo Urs Twerenbold della sezione Rossberg, alla base dell’acquisizione c’è la solidarietà tra le sezioni. E Alberio ribadisce: «Ci siamo uniti in cordata.» A rendere possibile l’acquisizione, la vendita di una proprietà agricola che ha fatto affluire del denaro alla sezione Rossberg. «Per noi non era un’attività primaria», commenta Twerenbold. L’acquisto, continua, non è stato dettato da interessi commerciali, ma ha visto in primo piano la buona volontà. Assieme alla capanna, la sezione assume anche l’ipoteca e il prestito a lungo termine.

La capanna era stata rinnovata nel 2006 con un costo pari a 1,9 milioni di franchi. La sezione Rossberg vi ha investito altri 150 000 franchi, in primo luogo per un nuovo impianto delle acque chiare, assolutamente necessario.

Feedback