Lavoro esemplare sul Drudy

Ho letto l’articolo sul rifacimento del sentiero del Drudy nel numero 8/2012 di «Le Alpi». Il testo e le fotografie mi hanno stimolato al punto da andare a percorrere quell’itinerario aereo un sabato di sole, partendo da Les Diablerets.

Vedendo il lavoro compiuto dalle guide Pierre-Alain Hoffer e Roland Garin, ci si può solo complimentare con loro per lo straordinario risultato finale. Il paesaggio è magnifico e lo stato del sentiero è esemplare, che si tratti della segnalazione, dei cavi in acciaio nei punti a rischio o dei nuovi passaggi più facili. E lo si apprezza ancora maggiormente osservando l’antico sentiero, che ancora appare in taluni punti. Fortunatamente ci sono ancora persone come queste due guide, che non esitano a impegnarsi di persona per il piacere di tutti gli escursionisti. Il tempo indicato, 4 h 15, è ampiamente generoso – tanto meglio, così ne rimane anche per ammirare il paesaggio. Grazie di cuore, e complimenti per questo lavoro esemplare! Aggiungo che leggo sempre «Le Alpi» con grande interesse e approfitto di questa occasione per complimentarmi con la redazione. Trovo che i contenuti rispondano pienamente alle aspettative degli escursionisti e alpinisti come me. Bravi!

Feedback