L’impegno delle popolazioni di montagna | Club Alpino Svizzero CAS

L’impegno delle popolazioni di montagna

In merito all’editoriale «Il prezzo del paesaggio», in «Le Alpi» 9/2015

Il prezzo del paesaggio è in effetti elevato. Ma quando si tratta di conservare il proprio paesaggio quale spazio vitale, economico, culturale e anche ricreativo, esso non consta tuttavia solo di sovvenzioni, bensì anche della volontà, della motivazione, delle idee e del lavoro delle popolazioni di montagna. Popolazioni che proteggono la terra dai danni delle intemperie, che generano posti di lavoro, che si preoccupano della bontà delle scuole, curano l’ambiente, investono in infrastrutture, così che le famiglie trovino una base a lungo termine per vivere. Che l’iniziativa parta dalle e dagli abitanti è essenziale ai fini dell’efficacia, e questo impegno è enormemente apprezzato. Per questo, il Patronato svizzero per i comuni di montagna sostiene le comunità finanziaria­mente deboli. Ognuno dei molteplici progetti che esso realizza anno dopo anno assieme alle donatrici e ai donatori, a città e comuni, ad aziende e fondazioni, rappresenta al tempo stesso un’opportunità per rendere visibili questi vincoli. Proprio di questi tempi, nei quali tanto si discute di interessi divergenti e delle opposizioni di città e campagna, simili esempi di solidarietà sono estremamente importanti. Le donazioni di persone private, come pure di fondazioni e istituzioni, comuni, città e cantoni aumentano di anno in anno. Oggi, il Patronato svizzero per i comuni di montagna è in grado di distribuire annualmente circa 20 milioni di franchi, e nei 75 anni della sua esistenza ne ha potuti raccogliere oltre 550. Questo impegno non cessa di dimostrarci come la fiducia della popolazione non sia grande solo nei confronti della nostra istituzione, ma anche dell’impegno delle popolazioni di montagna per un paesaggio funzionante, intatto e bello.

Feedback