Primavera

Hinweis: Questo articolo è disponibile in un'unica lingua. In passato, gli annuari non venivano tradotti.

Di Pericle Patocchi.

Questa notte tiepido il vento ha recato su pe' ghiacciai un lontano profumo di fiori, e lente, ne l' ombra, le nebbie son salite, a soffi, ondeggiando intorno a le scogliere:

tremule, sotto le nevi han levato, l' acque, un coro d' umili preghiere.

Feedback