Rivista pubblicitaria

In merito a «Le Alpi» 12/2016

Il numero 12/2016 di «Le Alpi» conta 84 pagine, incluse le 4 di copertina. La mia analisi ha fornito la seguente suddivisione:

37 pagine redazionali

12 pagine di «Alpenfolio»

6 pagine di informazioni su prodotti ed eventi

29 pagine con pubblicità

Se dalle pagine redazionali si deducono poi anche quelle con foto a piena pagina, le pagine di testo rimanenti si riducono a 29. La pubblicità e le informazioni sui prodotti superano cioè le pagine «carnose», vale a dire con contenuti fruibili. Secondo me, «Le Alpi» è diventata una rivista di immagini e pubblicità. Peccato.

La posizione della redazione

Per molti lettori, la pubblicità è informazione e stimolo, ma talora anche un motivo di irritazione. L’aspetto importante è questo: alla redazione, il comitato centrale ha assegnato il chiaro compito di generare introiti da inserzioni. La pubblicità contribuisce per un terzo al finanziamento di «Le Alpi». Un socio del CAS versa 65 franchi al comitato centrale. Di questi, la rivista ne percepisce annualmente appena 15. Realizzare la rivista è possibile solo grazie agli introiti da inserzioni e a una produzione efficiente e parsimoniosa. Riteniamo inoltre il fatto che gli inserzionisti continuino al sceglierci quale veicolo pubblicitario come un’attestazione di qualità.

Feedback