Sophie Lavaud: il Dhaulagiri al 4º tentativo | Club Alpino Svizzero CAS

Sophie Lavaud: il Dhaulagiri al 4º tentativo

Dopo gli insuccessi del 2018, del 2019 e della scorsa primavera, il quarto tentativo è stato favorevole a Sophie Lavaud. L’himalaysta franco-svizzera ha cancellato il Dhaulagiri dal suo elenco degli 8000 da scalare.

La ginevrina ha raggiunto la vetta di 8167 metri il 1º ottobre. Così riassume la prestazione nel suo blog: «Partiti dal campo 2 con Dawa Sangay il 30 settembre verso mezzogiorno, raggiungiamo il campo 3 verso le 17.00. Dopo aver ‹dormito› un’ora e mezza e mangiato qualcosa, ripartiamo verso le 21.00. Le condizioni sono molto difficili, con moltissima neve e una notte buia senza luna. In vetta il 1º ottobre alle 7.30 con un tempo splendido!»

La scalatrice era di ritorno al campo base la sera stessa, a suo stesso dire troppo stanca per mangiare il dahl bat.

Con questo successo, all’ormai «96 000 Lady» non mancano più che due vette per entrare nella prestigiosa cerchia degli himalaysti che hanno scalato le 14 montagne di oltre 8000 metri del pianeta. Si tratta del Nanga Parbat (8126 m), e del Lhotse (8516 m), la quarta montagna più alta del mondo.

Feedback