Una seconda vita per le scarpette A colloquio con Fred il risuolatore

Da quasi 30 anni, l’atelier Gecko Supply contribuisce alla riduzione delle emissioni di CO2 risuolando le scarpette da arrampicata. A Zurigo incontriamo Fred Nicole, arrampicatore estremo diventato risuolatore.

Tre settimane, tre mesi, tre anni… La longevità delle scarpette varia in funzione dell’uso che ne facciamo. Ma una cosa che non tutti sanno è che la si può facilmente prolungare. Ed è proprio ciò che si fa nel modo migliore a Zurigo, al numero 244 del Sihlquai, dove ogni anno circa 1600 paia di scarpette rinascono a nuova vita. È al primo piano di questa ex cartiera, diventata sede dell’atelier Gecko Supply, che Fred Nicole ci ha dato appuntamento. Qui, decine di paia di scarpette da arrampicata attendono tranquillamente il loro turno. Accanto, una quantità di placche di gomma impilate sono pronte per essere ritagliate a mano in suole e punte. Su una scansia sono allineate forme di ogni taglia. L’odore di colla copre quello delle vecchie calzature… Il celebre arrampicatore estremo degli anni 1990 sta apportando gli ultimi ritocchi a una suola ormai del tutto nuova. Un ultimo, energico soffio per togliere le briciole di gomma e Fred è a nostra disposizione.

Un’attività in pieno boom

«Ecco fatto!», esclama il risuolatore mostrandoci il risultato. «Fintanto che la tomaia è ancora buona, si può riparare quasi tutto», spiega Fred. In generale, si mette mano solo al terzo anteriore della suola e alla punta. L’artigiano comincia con il separare la parte da rifare e la ridisegna su una placca di gomma. Successivamente incolla la nuova suola, quindi restituisce alla scarpetta la sua forma originale mediante una forma. «È qui che l’esperienza è essenziale», precisa Fred, «poiché una forma inadeguata può rendere la calzatura davvero scomoda.»

Per l’arrampicatore di Yverdon, approdato a Zurigo «per amore» nel 1995, la risuolatura si è ben presto rivelata una scelta ovvia. «Conoscevo già Michi (Michael Wieser, n.d.r.), che aveva fondato la Gecko Supply nel 1992 assieme a Reto Tischhauser dopo aver scoperto la risuolatura negli Stati Uniti. Erano i tempi di Bain de sang, la mia prima 9a a St-Loup», ricorda Fred. «Michi importava in Svizzera la marca Five Ten e mi aveva contattato per un contratto di sponsoring.» Una cosa tira l’altra e lo zurighese d’adozione adotta a sua volta la risuolatura, senza tuttavia smettere di arrampicare ai massimi livelli. «All’inizio non ne avevamo idea, poi abbiamo imparato dai calzolai, empiricamente», ricorda. Oggi, la Gecko Supply cavalca il crescente successo dell’arrampicata. L’azienda occupa cinque collaboratori, tutti arrampicatori appassionati. L’angolo boulder allestito nel locale accanto è lì per confermarlo…

Nuova, e per di più comoda

A 51 anni, Fred non rimpiange questa scelta, che gli ha consentito di vivere della sua passione. Da cinque anni crea anche delle scarpette per il marchio Five Ten. «Mi piace la diversità, e questa nuova attività mi permette di esprimere la mia creatività.» Al tempo stesso, non ha mai smesso di arrampicare. La sua ultima 9a risale al 2019. E da grande sostenitore della risuolatura, ne fa beneficiare anche le sue scarpette. «Le risuolo fino a tre volte. Finché la calzatura conserva una certa tensione, si ottengono le caratteristiche di una scarpetta nuova con la comodità di una già formata.» Un argomento destinato a pesare non poco di fronte alla scelta tra una risuolatura, che costa da 69 a 89 franchi, e l’acquisto di un nuovo paio di scarpette al medesimo prezzo.

Il CAS ha a cuore le tematiche ambientali. Già nel 2019 ha deciso di sostenere l’Iniziativa per i ghiacciai, che chiede alla Svizzera di ridurre a zero le emissioni di gas serra entro il 2050. Alcuni di noi già vi contribuiscono, nel tempo libero o professionalmente. Dedichiamo loro una serie di articoli.

Autore

Alexandre Vermeille

Il gesto ecologico

Una risuolatura classica (mezza suola e punta) permette di risparmiare circa il 40% di gomma rispetto all’acquisto di una calzatura nuova, senza tener conto del risparmio di tutti gli altri materiali che la compongono e le emissioni di CO2 dovute alla fabbricazione e al trasporto.

I consigli del risuolatore

 Per far risuolare le tue scarpette non aspettare che la gomma sia forata. Eviterai un’usura eccessiva della tomaia.

 Una gomma di rivestimento che sembra in buono stato potrebbe in realtà essere troppo sottile rispetto al suo spessore normale.

 Affida le tue calzature a uno specialista di scarpette da arrampicata, che saprà come conservarne la forma.

I risuolatori svizzeri noti alla redazione:

www.geckoresoling.ch, Zurigo (deposito delle scarpette possibile senza costi presso 23 palestre di arrampicata in tutta la Svizzera e in alcuni negozi specializzati)

www.radja.ch, Branson-Fully

www.schuhfizz.ch, Emmenbrücke

www.vertical-passion.ch, La Chaux-de-Fonds

www.alteschmitte.ch, Steffisburg

Feedback