assegnati i Piolets d’or 2015

Sette cime in quattro giorni e mezzo, 4000 metri di scatalata con sezioni quotate 7a e passaggi su ghiaccio a 65 gradi. La prima traversata nord-sud della catena del Fitz Roy (3402 m, Patagonia) nel febbraio 2014 ha valso un Piolet d’Or agli americani Tommy Caldwell e Alex Honnold. E l’11 aprile, due altre squadre hanno ricevuto gli onori della giuria: i russi Alexander Gukov e Alexey Lonchinskiy per l’apertura dei 1620 metri della parete sud-ovest del Thamserku (6618 m, Khumbu, Nepal), e gli sloveni Ales Cesen, Luka Lindic e Marko Prezelj per quella dei 1650 metri della parete nord dello Hagshu (6657 m, Kishtwar, India). Il Piolet d’Or alla carriera è andato all’himalayista britannico Chris Bonington, oggi ottantenne. Per ulteriori informazioni: www.pioletsdor.com.

Feedback