Chi c’era d’inverno sul Gross Litzner?

Armin Müller fu sopraffatto alla vista dei due sciatori che, il 14 marzo 1913, a Küblis, entrarono nel suo scompartimento del treno diretto a Klosters: «Christian Guler, la famosa guida alpina di Klosters, alto e forte, serio, dai tratti simpatici, e Miss Elisabeth Nevil, una giovane donna olandese piena di grazia e  di vigore come l’amazzone scolpita da Policleto nel marmo pentelico. Entrambi scuri come nubiani (...).» Il medico zurighese tracciò questi audaci paragoni con la scultura ellenica e le popolazioni egizie-sudanesi nella relazione «Eine Litznerfahrt im Winter»

(Un’escursione invernale al Litzner) per il periodico del CAS «Alpina» del 1º giugno 1913. La «coppia di sciatori» era in viaggio da una settimana e aveva tra l’altro compiuto la prima invernale con gli sci del Gross Litzner (3109 m), nella Silvretta. Ciò che tuttavia Müller tacque e che i lettori di «Alpina» appresero il 15 dicembre era questo: alla prima invernale avevano preso parte anche la guida Johann Guler e A. Herzberger, della sezione Saarbrücken della Deutscher und Österreichischer Alpenverein.

feedback