Chiuso il caso Vilan

Nel gennaio 2015, sul Vilan (2375 m) si era verificato un incidente da valanga. Ora, come ha riferito a fine gennaio l’Agenzia telegrafica svizzera (ATS), il procedimento penale contro il capogita del CAS è stato definitivamente abbandonato. Secondo le autorità inquirenti, non è stato evidenziato alcun comportamento perseguibile da parte sua.

Il capogita della sezione argoviese Lägern aveva salito il Vilan con un gruppo di otto persone. Durante la discesa dalla vetta, il distacco di una valanga le aveva travolte. Tre uomini furono ricuperati ormai cadaveri, mentre due donne morirono dopo il ricovero in ospedale. In relazione all’incidente la procura grigionese aveva aperto un procedimento penale per sospetto omicidio colposo, procedimento tuttavia chiuso l’estate scorsa. I famigliari di alcune delle vittime avevano però impugnato la decisione, e il caso è stato riaperto. L’abbandono della nuova procedura è però definitivo.

Feedback