Comprensorio sciistico Tête de Balme: approvato il ricorso

Il Tribunale cantonale vallesano ha approvato il ricorso del CAS e di diverse associazioni ambientaliste contro il piano di dettaglio delle utilizzazioni «Massif de Balme» e rinviato il progetto al Consiglio di stato. Quello previsto era un ampliamento della stazione sciistica Balme Vallorcine (FR) oltre il confine con la Svizzera.

Due nuovi impianti e numerose piste dovevano essere realizzati in un’area di territorio sinora non sfruttata, senza tra l’altro prevedere un accesso diretto dalla Svizzera all’infrastruttura sportiva. Con la sua decisione, il Tribunale conferma le carenze del dossier del progetto, come pure nella sintonia e nel coordinamento tra le autorità.

Una procedura in corso dal 2008 e una discussione in atto dalla fine degli anni 1990 trovano così la loro conclusione.

Feedback