Corona: Le misure del CAS

A metà marzo, l’associazione centrale del CAS ha adottato diverse misure tese a rallentare la diffusione del coronavirus e raccomanda vivamente alle sezioni di tener chiuse tutte le capanne o di chiudere quelle ancora aperte. Solo i locali rifugio vanno tenuti aperti. Siccome le capanne sono di proprietà delle sezioni, spetta a loro deciderne l’eventuale chiusura.

Pure chiuso è il segretariato centrale del CAS a Berna, il cui esercizio rimane tuttavia assicurato. Tutti i collaboratori possono sempre essere raggiunti ai rispettivi indirizzi e-mail e numeri telefonici. Al momento di andare in stampa non era ancora chiaro se l’associazione centrale del CAS potrà tenere la sua assemblea generale, prevista a inizio primavera, e le precedenti conferenze regionali.

Vista la costante evoluzione della situazione, l’associazione centrale esorta tutti i soci a tenersi informati presso i siti web della Confederazione e i media in merito alle misure in atto e a conformarsi ad esse.

Feedback