Dolomiti senza confini L’alta via ferrata delle Dolomiti che annulla i confini

L’alta via ferrata delle Dolomiti conduce in nove impegnative tappe giornaliere per 12 vie ferrate e 17 rifugi di montagna, superando confini provinciali, nazionali e linguistici. Nel Patrimonio mondiale dell’UNESCO delle Dolomiti si percorrono 125 chilometri e 12 000 metri di dislivello. L’itinerario segue per esempio le vie ferrate storiche lungo la linea del fronte della Prima guerra mondiale. 100 anni dopo, il percorso circolare è stato aperto grazie a un progetto dell’UE come Ferrata della pace. L’idea di fondo è che le montagne non sono una barriera, quanto piuttosto un luogo di incontri tra popoli, lingue e culture diverse. Tra i patrocinatori dell’iniziativa figura anche Reinhold Messner.

Autore

Daniel Rogger

Feedback