Elicommercio insensato e superfluo

In merito alla lettera L’elicottero porta, l’elicottero riprende, «Le Alpi» 11/2020

Il Signore dà, il Signore prende (la vita): ecco che a sostegno dell’elicommercio si adduce qualcosa di assoluto come un’esigenza biblica. Invece, bottiglie di vetro e PET, così come altri oggetti inutili, dovrebbero costituire un tabù assoluto in montagna e nelle capanne. Da giovane, in capanna mi portavo appresso la mia propria legna. Nelle modalità in cui in Svizzera può essere esercitato, l’elicommercio è insensato e superfluo. Come mai il land federale del Tirolo lo può vietare, ma la Svizzera no? Il crepitio quotidiano nelle vallate strette è un’imposizione cui il vero amante della natura si oppone con veemenza. Il CAS sostiene questa assurdità adducendo la tutela dei monumenti: assurdo. Fortunatamente dal CAS sono uscito ancora da giovane, perché allora non ammetteva le donne.

Feedback