In vetta al successo | Club Alpino Svizzero CAS

In vetta al successo

scienza e storia

Le più alte vette della Svizzera si stagliano come da sempre nell’azzurro del cielo di marzo del Vallese, ma La Suisse non c’è più. 31 anni fa, il quotidiano ginevrino (1898-1994) ancora proponeva titoli alpinistici cubitali, e sponsorizzava le guide alpine André Georges, di La Sage, in Val d’Hérens, ed Erhard Loretan, di Bulle. «Scommessa folle nelle Alpi», titolava il foglio il 15 febbraio 1986, il giorno successivo alla partenza. La scommessa consisteva nel percorrere in un unico colpo l’intera corona di vette che circonda la Mattertal, da Grächen al Mischabel – e al massiccio del Monte Rosa – poi al Cervino e alla Dent Blanche con discesa conclusiva su Zinal passando per il Weiss­horn e il Bishorn. «Transalpine Grächen–Zinal»: così fu battezzato il tour de force alpinistico e pubblicistico. La corsa di 140 chilometri della cordata George-Loretan superò 10 tremila e 33 quattromila. Il 4 marzo 1986, i due raggiunsero Zinal. «La scommessa è vinta», titolò il giornale. Se nella sua scia anche la tiratura raggiunse vette elevate, non ci è dato di sapere.

Feedback