Isole granitiche nel mare calcareo | Club Alpino Svizzero CAS

Isole granitiche nel mare calcareo

Migliaia di anni fa i ghiacciai li hanno trasportati dalle Alpi all’Altopiano e nel Giura: sono i massi erratici granitici o di altre rocce cristalline. Oggi sono hot spot della biodiversità. Ospitano muschi, felci e licheni che in Svizzera sono altrimenti presenti solo nelle Alpi. Il ritratto di un masso erratico senza nome nel Cantone di Vaud.

Licheni d’alta montagna in pianura

Per la gran parte dei muschi, le facce in granito verticali esposte al sole sono troppo calde e secche. Come sulle lontane vette e creste d’origine del masso, qui crescono le umbilicarie. Questi licheni, tipici della roccia silicea sono facili da riconoscere: il corpo si compone di una foglia sottile che al centro si fissa alla roccia. I licheni crescono di pochi millimetri ogni anno. Questo esemplare grande quanto la mano di un bambino è già vecchio di decenni.

Arrampicare sui massi erratici

In tempi recenti, taluni massi erratici sono stati «puliti» per praticarvi il bouldering. La cosa ha generato un inatteso conflitto sull’utilizzo della natura. Attualmente è in atto un progetto di ricerca, sostenuto anche dal CAS, sull’ecologia della conservazione della flora dei massi erratici, che indaga anche gli effetti della magnesite basica sui loro abitanti, amanti degli ambienti acidi. Per qualsiasi domanda è sempre possibile prendere contatto con l’autore: www.zhaw.ch/findlingsflora.

Feedback